di Gi Elle

Quella di domani è l’ultima domenica di Carnevale, ma a Ramandolo, piccola borgata di Nimis sul monte Bernadia, famosa per il prezioso vino che porta lo stesso nome, è la prima delle due fissate per la simpatica “Sagre di San Bastian” che, infatti, tradizionalmente cade la seconda domenica di marzo. E oggi per la consueta “Ricetta del sabato” non vi parleremo dei classici dolci di questo periodo, ma vi porteremo proprio a Ramandolo perché la festa è famosa per un piatto tipico della primavera, climaticamente partita a tutti gli effetti (difatti i meteorologi da anni ne stabiliscono l’inizio il primo marzo, anche se quello astronomico ufficiale resta fissato al 21). Si tratta di “us durs e lidric cul poc”, come dire a beneficio di chi non conosce il friulano: uova sode e radicchio col gambo. Quel radicchio di campo verde, giallo, rosato, rosso che a fine inverno-inizio primavera fa la festa dei buongustai.

La chiesetta di Ramandolo.

La scorsa settimana, vi abbiamo proposto un celebre radicchio – la “Rosa di Gorizia” – condito con le cicciole di guanciale, anche se va benissimo il lardo. Condimento questo perfetto anche per il rustico radicchio di campo. Ma un altro piatto tipico friulano è proprio quello che vede abbinato il radicchio alle uova sode. Anche in questo caso è superfluo dare dosi perché la ricetta è così elementare che ognuno si regola come meglio crede riguardo alle quantità, in base al numero di coloro che saranno a tavola.  Importante è però, non essendoci il lardo fuso, condire il radicchio con un buon olio extravergine di oliva. Scelto magari fra quelli che si cominciano a produrre con successo proprio a Ramandolo, Torlano e Nimis dove numerosi agricoltori si dedicano con grande soddisfazione anche a coltivare l’ulivo accanto alla vite. Un ottimo condimento, come appunto l’olio – evo, si usa dire oggi, tanto per semplificare -, è infatti la “chiave” per gustare la fragranza e la sapidità, con leggero sentore amorognolo, del radicchio di campo. Ovviamente, aggiungete anche qualche goccia di buon aceto di vino.
Un piatto questo che sarà sicuramente ancora più gradito da parte di coloro che decideranno di partecipare domani, domenica, alla bella escursione guidata con degustazione tra i vigneti (partenza alle 10.30) alla scoperta dell’“Oro di Ramandolo” (dal nome della manifestazione tenutasi con grande successo in novembre: per informazioni 0432790009).

E il vino? Ma naturalmente un fresco Tocai – pardon, Friulano – dei Colli orientali del Friuli, ai quali anche il territorio di Nimis appartiene. Il suo abbinamento con le uova sode e il radicchio è perfetto. Buon appetito!

Il radicchio di campo appena raccolto.

—^—

In copertina, uova e radicchio.

Hits: 61

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento