Dopo “Le Primizie” dell’Arlecchino Errante, torna da oggi al 2 settembre, per il quarto anno consecutivo, l’appuntamento estivo dei Teatri nel giardino del mondo, rassegna che costituisce una sorta di anticamera, e secondo passo di avvicinamento, del Festival autunnale de L’Arlecchino Errante. Come sempre, la rassegna a ingresso libero è proposta ai cittadini pordenonesi di tutte le età nel bellissimo parco della Casa Madonna Pellegrina ed è organizzata dalla Scuola Sperimentale dell’Attore e L’Arlecchino Errante insieme con la Fondazione Buon Samaritano Casa Madonna Pellegrina e la Caritas diocesana, la cooperativa Nuovi Vicini, il Comune di Pordenone (nel cui cartellone estivo di eventi gli spettacoli sono inseriti), la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e PromoturismoFvg, Fondazione Friuli.
“Una rassegna che invita la città di Pordenone e il territorio a godersi lo splendido parco, in cui ogni spettacolo avverrà in un angolo diverso, e che viene dedicata alla “bio”-diversità – ha spiegato Ferruccio Merisi, presidente della Scuola -. Come sempre, ci saranno: uno spettacolo di “altre forme di vita”, uno spettacolo clownesco e uno spettacolo di contaminazione teatro-musica. Dovendo rinunciare alla consueta componente internazionale, le “altre forme di vita” sono quest’anno affidate a marionette, pupazzi, burattini, che nello spettacolo di inaugurazione muovono un’interessante sfida all’attore su chi è più vivo”.

La rassegna parte dunque oggi, alle 19, con lo spettacolo “Di là del mare” della compagnia di Walter Broggini, con la collaborazione di Ortoteatro. Sul palco Fabio Scaramucci e Walter Broggini. Si tratta di uno spettacolo di burattini, marionette, pupazzi e attori. La storia narra un viaggio speciale: il protagonista di quest’avventura, di storie ne conosce proprio tante, dal momento che è un bibliotecario. Si chiama Berto e all’improvviso, dopo essersi appisolato in riva al mare, si sveglia in un luogo che non conosce. Inizia così un viaggio alla scoperta di luoghi indefiniti e misteriosi, nei quali incontrare altre culture, altri stili di vita, altri valori, usi e costumi. Un viaggio di conoscenza e di condivisione, in cui scambiarsi cibo, per il corpo e per la mente.
In caso di maltempo, lo spettacolo si farà nel salone di Casa Madonna Pellegrina. L’ingresso allo spettacolo è libero ma con prenotazione obbligatoria nel rispetto delle norme anti Covid19. Per prenotarsi è sufficiente telefonare al numero 351.8392425, anche usando WhatsApp (dalle ore 16 di oggi).
“L’arena all’aperto, con il sistema a sedute degradanti e distanti inventato dalla Scuola Sperimentale dell’Attore – ha spiegato ancora Merisi -, è una vera e propria scenografia che contiene il pubblico. Gli attori e i musicisti, in congrua e corretta distanza, la utilizzano per offrire nuovi punti di vista. A seconda degli angoli del parco scelti di volta in volta, le capienze potranno cambiare. Per questo, dato che nell’emergenza non si possono accettare eccedenze di spettatori, è molto raccomandata la prenotazione”.

La rassegna estiva proseguirà mercoledì 26 agosto, alle 19, con Bang Bang, della Compagnia Hallequin, con Daria Sadovskala e Martina Santelia per la regia dello stesso Ferruccio Merisi. Chiude la rassegna, lo spettacolo Classica for Dummies di Microband con Luca Domenicali e Danilo maggio. Questo spettacolo conclusivo si terrà mercoledì 2 settembre, stessa ora.
La rassegna vuol essere una sorta di cross over culturale e presentare linguaggi e temi “lontani e vicini”. Il luogo che la ospita è una delle ricchezze di Pordenone: il parco della Casa Madonna Pellegrina e i temi trattati parlano di valori e di biodiversità culturali.

—^—

In copertina, una scena dello spettacolo “Di là del mare” che sarà presentato oggi.

Hits: 59

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento