Visits: 161

di Massimiliano Misdaris

Maggio, con i primi caldi e le giornate che si allungano, è solitamente un mese ideale per le attività all’aria aperta. Anche se non è proprio il caso di oggi…
A Nimis da tempo si è tornati a vivere le attività legate alla mountain bike grazie ai ragazzi di Maglianera che, in sinergia con altre realtà del paese (commerciali e non) ed in seguito ad un accresciuto interessamento da parte delle istituzioni, hanno rivitalizzato una serie di sentieri che da tempo risultavano tralasciati e dimenticati. I luoghi di questi percorsi non interessano solo la parte limitrofa al centro abitato, ma si estendono fino alla cima della Bernadia e ai confini con i Comuni vicini in un’area sentieristica che prende appunto il nome di “Bernadia Trail Area”.

La manutenzione di questi sentieri, eseguita in maniera volontaria e costante nel corso dell’anno, ha il suo apice solitamente nella prima metà del mese di maggio con la partecipazione ad una manifestazione europea promossa da Imba Europe chiamata Take Care of Your Trails (“ten di cont i toi trois”, in lingua friulana). I più attenti ricorderanno certamente cosa sia questo ente no profit (con sede anche nella nostra Penisola e chiamato Imba Italia) che ha come missione quella di rendere inclusivi e sostenibili i sentieri utilizzati (anche) dalle biciclette attraverso una specifica costruzione e manutenzione e l’educazione al percorrerli.
Da ormai sei anni (quattro di cui a Nimis), i volontari di Maglianera partecipano alla giornata dedicata prendendosi cura di uno dei sentieri della zona e anche questa edizione ha visto protagonista il sentiero che da Borgo Vigant scende al Cornappo, chiamato dai suoi fruitori Brisicul (per via dell’omonimo ponte sul torrente). Il Comune patrocinante (Nimis), due associazioni coinvolte, Maglianera e Machete Team (San Pietro al Natisone), in un gemellaggio sportivo, ventidue volontari, cinque ore di lavoro e 1500 metri di sentiero ripulito e manutenzionato sono i numeri che fanno capire la portata della manifestazione e l’importanza dei risultati ottenuti. Obiettivo di queste attività non è solo quella di ripristinare antiche tracce, ma anche di aiutare l’indotto locale a crescere attraverso un turismo basato sull’attività all’aria aperta e sul vivere il territorio in un cammino comune.

Le iniziative legate a questo percorso proseguiranno nel weekend del 20 e 21 maggio quando, sempre con il patrocinio del Comune di Nimis, i volontari di Maglianera accoglieranno altri trailbuilder venuti da tutto il Friuli per partecipare ad un seminario condotto da Imba Italia. L’attività si dividerà fra le aule delle ex scuole elementari e i sentieri dietro il Parco delle Pianelle in una serie di lezioni propedeutiche alla creazione e manutenzione di sentieri sostenibili condotto da Imba Italia rivolto ai “trailbuilder di casa nostra: realtà, persone e associazioni che hanno messo a disposizione (e stanno mettendo!) il proprio tempo libero e la propria passione per la bici al servizio della collettività; realizzando, sviluppando e facendo periodicamente manutenzione ai tracciati “dietro casa”, per permettere ad altri appassionati di praticare il mountain biking anche al di fuori dei comprensori più blasonati (come scriveva il mio amico Marco in un articolo dedicato a questa figura).
Per concludere, è doveroso ricordare che i sentieri utilizzati spesso dalle mountain bike nella giornata del 21 maggio verranno percorsi dai partecipanti alla marcia campestre “Vignalonga” a dimostrazione di come le attività di trailbuilding e trailcare possano essere utili non solo ai bikers.

—^—

In copertina e all’interno alcune immagini dei volontari all’opera sul sentiero “Brisicul” da Borgo Vigant al Cornappo; qui sopra, foto ricordo per tutti i protagonisti della sistemazione.

 

 

 

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com