di Gi Elle

L’Italia è uno tra i Paesi europei più colpiti dalla crisi post-pandemia, con il settore turismo che stima oltre 50 miliardi di perdite e un calo del comparto alberghiero del 70 per cento. E anche il Friuli Venezia Giulia sta pagando e continuerà a pagare un costo salatissimo: una luce, per fortuna, si sta finalmente accendendo nell’oscuro tunnel con l’annuncio della imminente riapertura dei confini da parte dell’Austria, di cui beneficeranno in primo luogo le località balneari – come Grado e Lignano in primis -, ma anche tutta la regione con le sue città ricche d’arte e storia. E di fronte a questi dati allarmanti occorre una risposta straordinaria, di cui i singoli Paesi si stanno facendo carico. Ma la vera sfida si gioca in Europa, con una serie di azioni e strumenti che integreranno e rafforzeranno i provvedimenti presi a livello nazionale, guardando anche alle sfide del medio e lungo periodo.
Come già annunciato ieri attraverso il promo sottoriportato, di tutto questo si parlerà stamane, mercoledì, dalle 10 in “Unesco Talks Europe – Cultura e Turismo sostenibile, la risposta dell’Europa per il rilancio economico”. Il focus è organizzato da Mirabilia Network, rete che ad oggi coinvolge Unioncamere nazionale e 18 Camere di Commercio italiane tra cui la Cciaa di Pordenone-Udine e offre l’opportunità di un’offerta turistica integrata dei siti Unesco meno noti. Ricordiamo che nella nostra regione i siti Unesco – vale a dire Patrimonio mondiale dell’Umanità – sono Aquileia, Cividale, Palmanova, le Dolomiti Friulane e Palù di Livenza.
Dopo i saluti a cura di Angelo Tortorelli, presidente Associazione Mirabilia Network, l’introduzione “La rete Mirabilia in Europa” sarà curata da Vito Signati, coordinatore Associazione Mirabilia Network. Il talk, moderato dal giornalista Vito Verrastro, comprende due sessioni. La prima, “Priorità strategiche e strumenti finanziari: l’Europa alla prova dei fatti”, vedrà come speakers Giuseppe Ferrandino, parlamentare europeo, Commissione Trasporti e Turismo; Armando Melone, Commissione Europea, DggWow – Strumenti finanziari; Eduardo Santander, Ceo European Travel Commission; Arnaldo Abruzzini, Ceo Eurochambers. Nella seconda sessione, “Interventi europei e impatto territoriale”, relazioneranno Flavio Burlizzi, direttore Unioncamere Europa; Claudia Guzzon, Commissione intermediterranea, Crpm; Cinzia De Marzo, Eu senior advisor Mirabilia ed esperta di turismo sostenibile.
L’incontro odierno segue quello del 14 maggio scorso, quando aveva preso avvio questo ciclo di incontri online, ideati per analizzare l’evoluzione dei modi di viaggiare e di fruire i contenuti offerti dalle destinazioni. Un importante contributo, dunque, alla ripresa del turismo dopo il durissimo colpo infertogli dall’emergenza sanitaria da Coronavirus: un motore strategico della nostra economia non solo per gli introiti diretti, ma anche per le sue determinanti ricadute su tutto il tessuto produttivo. L’Austria dunque riapre i suoi confini, per cui i tantissimi – molte migliaia – vacanzieri d’Oltralpe che amano il nostro mare, e che pure vi possiedono seconde case, potranno ritornare in Fvg e nel Belpaese in generale. Manca ora all’appello soltanto la Slovenia, ma è d’obbligo sperare che dopo il via libera di Vienna arrivi presto anche quello di Lubiana.

Diretta streaming sulla pagina Facebook (fb.com/MirabiliaNetwork/) e sul canale Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCWlSe9VSntxsx4D3gFTQ1Lg) di Mirabilia Network.

—^—

In copertina, scorcio di Cividale, uno dei cinque siti Unesco del Friuli.

Hits: 250

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento