Hits: 169

(g.l.) Settecento anni fa, era il 1321, moriva a Ravenna Dante Alighieri. E in questo anno speciale sono tantissime le iniziative che fioriscono ovunque per rendere omaggio al Sommo Poeta. Tra queste, merita un cenno particolare quella programmata per questo fine settimana a Nimis, dove in uno spettacolo “in presenza” – il primo, finalmente! – proposto da “Gli Alcuni” si è collegato il nome del grande fiorentino al mondo dei social che ha conquistato ogni età, ma soprattutto i giovani, i ragazzi e pure i bambini.

L’iniziativa è della civica amministrazione guidata da Gloria Bressani e sarà proposta domani, 5 giugno, alle 20.45, nella sala teatrale dell’oratorio. E’ intitolato “Social Inferno” – il riferimento è chiaramente alla prima “cantica” della Divina Commedia, quando Dante immagina “Nel mezzo del cammin di nostra vita…” che il suo viaggio nell’ultraterreno cominci proprio da questo luogo di sofferenza e pena – lo spettacolo d’attore con videoproiezioni rivolto appunto a un pubblico di ragazzi e adolescenti a partire dagli 11 anni, ma anche alle loro famiglie e agli educatori. L’ingresso è gratuito.
«L’utilizzo inesperto dei social media – ricorda l’assessore comunale alla Cultura, Serena Vizzutti – può avere conseguenze emotive, sociali, finanziarie e anche giudiziarie, oltre alla diffusione indesiderata dei propri dati personali. I più giovani, ragazzi e bambini, sono esposti ai pericoli dei social network tanto quanto lo sono gli adulti. Salvo rare eccezioni, i social network sono popolari come non mai. Circa un terzo della popolazione mondiale usa abitualmente i social network, una tendenza in continua crescita. Cosa succederebbe se in scena ci fosse un Dante Alighieri, oggi, magari adolescente, dal genere non per forza definito, che si trovasse nel “mezzo del cammin” di qualche cosa? Che accadrebbe se magari, seguendo le orme di Dante, qualcuno di noi scorrendo Facebook, Instagram, una chat di WhatsApp o qualsivoglia altro social network, si trovasse ad essere traghettato in un altro mondo e ne varcasse la porta (non per forza così evidente come quella del terzo canto) per poi scendere verso un baratro molto simile ai gironi dell’inferno?». Tutte risposte che si potranno ricevere assistendo appunto allo spettacolo di domani. Ricordiamo che per parteciparvi la prenotazione è obbligatoria – in ossequio alle norme anti-Covid – scrivendo a protocollo@com-nimis.regione.fvg.it, telefonando a 0432.790045 int.1 o inviando un messaggio a 347.9352140.

—^—

In copertina, Dante inizia il suo viaggio all’Inferno, la prima cantica della Divina Commedia.

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento