di Giuseppe Longo

Maggio era stato un mese disastroso dal punto di vista meteorologico. Pioggia, freddo, vento, tanto da sembrare una coda d’inverno. Qui come in Austria, tanto da far saltare le annunciate cerimonie per ricordare i 30 anni del gemellaggio fra Nimis e Lannach, sottoscritto nel 1989 nel ricordo dello scultore Rodolfo Zilli, originario proprio del paese friulano. Per cui era stato rinviato il tutto a fine agosto, quando le condizioni climatiche sarebbero state sicuramente più favorevoli. Ed è quello che avverrà tra un paio di settimane o poco più.

Lo scultore Rodolfo Zilli.

Così, raccogliendo nuovamente l’invito del borgomastro Josef Niggas, la comunità di Nimis tornerà nella cittadina a pochi chilometri da Graz il 24 agosto prossimo, quando Lannach, nell’ambito della Giornata dedicata al Corpo dei Vigili del fuoco, festeggerà appunto anche il trentennale del gemellaggio, realizzando quindi il programma che era stato messo a punto per il 5 maggio scorso e che era stato annullato proprio per il maltempo. Il sindaco Gloria Bressani ha pertanto diramato un invito a tutta la cittadinanza, auspicando una larga partecipazione, essendo la stessa anche a titolo gratuito. Per ovvi motivi organizzativi, gli interessati dovranno dare l’adesione entro il 12 agosto all’Ufficio Segreteria o all’Ufficio Protocollo del Comune: le iscrizioni saranno accolte fino all’esaurimento dei 50 posti disponibili in corriera.

La partenza avverrà, dunque, il 24 agosto alle 7 da piazza XXIX Settembre, mentre l’arrivo a Lannach –  cittadina del Distretto di Deutschlandsberg, in Stiria – è previsto intorno a mezzogiorno, quando la delegazione del Comune di Nimis sarà accolta da quella “gemella”. Quindi il pranzo in piazza e passeggiata per le vie del centro, dove sarà allestito il tradizionale mercatino. Poi, alle 16, la cerimonia ufficiale, al termine della quale avverrà la partenza per il ritorno in Friuli nella tarda serata.

Ricordiamo che le pergamene del gemellaggio furono sottoscritte a Nimis nel 1989 dall’allora sindaco Germana Comelli assieme al borgomastro del tempo, Helmut Kormann, rinnovando l’atto l’estate successiva in Stiria, durante una bella cerimonia che si tenne nel Castello di Lannach, dove Rodolfo Zilli aveva il suo laboratorio. Ma per il trentennale sarà invece la cittadina austriaca ad aprire le celebrazioni rievocative, per cui quello che non era stato possibile, appunto per il maltempo, in occasione della tradizionale “Festa di Primavera” lo sarà in questa nuova occasione agostana.

L’amministrazione civica di Nimis invita pertanto nuovamente i cittadini a partecipare numerosi per “confermare e consolidare i legami di amicizia tra le due comunità” che, come è noto, si frequentano pressoché annualmente soprattutto in occasione della sagra di settembre, a Nimis, e dei successivi festeggiamenti ottobrini, a Lannach. Un’amicizia nata, come detto, nel ricordo del concittadino Rodolfo Zilli – partito dal Friuli giovanissimo con il padre scalpellino -, auspice il figlio che portava lo stesso nome. Lo scultore originario di Nimis, pur abitando con la famiglia a Graz, aveva infatti lo studio professionale a Lannach, mentre nel vicino castello di Stainz fu allestito il Museo Zilli con molte opere dell’artista di Nimis.

Germana Comelli ed Helmut Kormann alla cerimonia a Nimis nel 1989.

—^—

In copertina, ecco Lannach con il Castello dove lavorava Rodolfo Zilli.

(Foto Steiermark Tourismus)

Hits: 115

, , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento