di Gi Elle

Da ieri, come si era tanto auspicato, sono stati riaperti anche i confini con l’Austria per cui sulle spiagge del Friuli Venezia Giulia possono finalmente tornare gli amici d’Oltralpe che tanto amano il nostro mare (e molti dei quali vi possiedono pure una seconda casa). E in particolare quello di Grado che deve proprio a Vienna la nascita della località turistico-termale ai tempi dell’Impero asburgico del quale anche l’Isola del Sole faceva parte come tutto l’Isontino e una consistente area del Basso Friuli.  Così, dopo alcuni mesi molto difficili, ora Grado ha una marcia in più per guardare al futuro e alle prossime settimane con un discreto ottimismo. È partita ufficialmente, infatti, la stagione balneare: gli stabilimenti (con distanze tra ombrelloni oltre gli standard minimi) e le attività commerciali, di accoglienza e ristorazione, sono aperti. Bar e ristoranti si propongono con una più ampia disponibilità di spazi all’aperto per garantire il distanziamento tra i tavoli e un servizio di qualità alle persone pari a quello degli anni precedenti.

La Laguna e la Basilica.

La Git Spa, all’interno della spiaggia di sua competenza, storicamente controllata, ha predisposto degli appositi “spazi famiglia” (recintati), di 20 metri quadrati dotati di un ombrellone e due lettini, allo scopo di far trascorrere le vacanze, tranquillamente, ad adulti e bambini. E nella direzione dell’attenzione agli ospiti va anche la scelta fatta dall’Amministrazione comunale di rendere il borgo marinaro ancora più accogliente offrendo, come è noto, la gratuità di tutti i parcheggi su striscia blu (a esclusione dell’area camper) fino al 30 giugno. Un modo per Grado di ringraziare e favorire i clienti “vicini” e affezionati. E un ringraziamento era doveroso farlo pure agli operatori sanitari che si sono dedicati, anima e corpo, alla gestione della pandemia. Per questo è nata l’iniziativa “In Grado di essere con voi” che vede un centinaio di operatori della località balneare uniti per proporre sconti-vacanza-acquisto-ristoro, agli operatori sanitari del Friuli Venezia Giulia.

Le piste ciclabili.

Anche sul fronte dell’animazione e degli eventi l’Isola del Sole è in fermento. In occasione del Solstizio d’estate, a cura dell’Associazione culturale ”Musica Viva” e del Comune di Grado, sabato 20 giugno, alle 6, si terrà il tradizionale Concerto sul prato antistante la Chiesa di Barbana (da giorni, c’è il tutto esaurito), dove l’ensemble veneziano “I Virtuosi di Vivaldi” eseguirà alcune delle più belle pagine di Albinoni, Bach e dello stesso “prete rosso”. Il concerto verrà trasmesso anche in streaming sulla pagina Facebook del Santuario.
Confermato pure lo svolgimento di “Grado Jazz”: un festival che, per importanza e qualità dei musicisti presenti, è secondo in Italia solo al rinomato UmbriaJazz (che, quest’anno, non si terrà). A cura dell’Associazione culturale Euritmica e con il patrocinio del Comune e della Git di Grado, della Regione Fvg e di PromoTurismoFvg, si terrà dal 28 luglio all’1 agosto nel rinnovato Parco delle Rose (all’aperto) in compagnia di molte stelle musicali italiane: Stefano Bollani, Paolo Fresu, Alex Britti, Rita Marcotulli e Chiara Crivello.
Per quanto riguarda lo sport e le attività motorie praticate da tanti appassionati, sono stati organizzati una serie di appuntamenti quotidiani che consentiranno di dedicarsi al cicloturismo (il servizio di bike sharing, tra l’altro, è aperto), al nordic walking, allo yoga, alla corsa e a molte altre discipline, promosse da professionisti del settore del benessere, che seguiranno gli ospiti suddivisi per piccoli gruppi, in modo da garantire il distanziamento e, allo stesso tempo, la socialità. Per gli amanti della natura, oltre alle bellezze della laguna, sarà possibile visitare le due Riserve naturali della Valle Cavanata e dell’Isola della Cona. E proprio questa Riserva è la protagonista di uno degli appuntamenti di Sea&Taste che, ogni martedì pomeriggio (da luglio a settembre), consentirà di pagaiare tra i suoi canneti e di degustare le eccellenze del territorio. Ogni venerdì, invece (sempre da luglio a settembre), sarà possibile salire sul bus di Trieste&Carso Experience (con una guida turistica), per un’esperienza autentica sul Carso triestino, un city tour a Trieste e la visita a Miramare.

Il kitesurf. (Foto Pierluigi Siciliani)

Da fine maggio anche le terme marine sono riaperte, mentre da inizio giugno sono garantiti i sei collegamenti giornalieri con l’isola di Barbana. Grado, dunque, si conferma l’Isola del Benessere e della Salute, all’ombra della 31a Bandiera Blu (per la sostenibilità delle spiagge e del mare), della 11a Bandiera Verde (dei pediatri europei assegnata alle località per famiglie) e della Bandiera Gialla (della Fiab, per la sua ciclabilità).

I cavalli della Cona. (Foto Candotto)

Informazioni: Consorzio Grado Turismo
www.grado.it – info@gradoturismo.org
www.grado.info – turismo@comunegrado.it

—^—

In copertina, la bella spiaggia di Grado è l’ideale per le famiglie.

 

Hits: 554

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento