Hits: 139

Ogni anno, in occasione della Fieste de Patrie dal Friûl (oggi, 3 aprile, ricorre l’anniversario della nascita dello Stato patriarcale avvenuta nel 1077), è possibile godere di una nuova versione dell’Inno ufficiale del Friuli: “Incuintri al doman”. E ogni anno gli animi dei friulani vengono rapiti da una nuova emozione. Il 2023, non farà eccezione. Iniziato il conto alla rovescia per le celebrazioni ufficiali della 46ma edizione della Fieste, in programma il 16 aprile a Capriva del Friuli, il video è stato pubblicato sulle pagine Facebook e Youtube dell’Arlef – Agenzia regionale per la lingua friulana (https://youtu.be/-FkRiIS9hqo) che ha finanziato, assieme alla Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, questo nuovo progetto promosso dall’Istitût Ladin Furlan “Pre Checo Placerean”.
Il protagonista della clip è il coro di voci bianche “VocinVolo – Ritmea” di Udine, diretto da Lucia Follador. Il suono cristallino delle voci delle bambine e dei bambini è accompagnato dalle note del pianoforte suonato con maestria da Alessio Domini. L’ambientazione scelta per questa versione di “Incuintri al doman” – più classicheggiante rispetto alle altre – è Villa Gallici Deciani, a Montegnacco di Cassacco. La residenza storica si mostra in tutta la sua bellezza racchiudendo, come uno scrigno prezioso, le musiche scritte da Valter Sivilotti e le parole di Renato Stroili Gurisatti. Un video delicato ed elegante, la cui regia è firmata da Giorgio Milocco – Quasar.
La Fieste de Patrie dal Friûl è stata riconosciuta ufficialmente dalla Regione Fvg nel 2015 e quest’anno, come anticipato, sarà organizzata dal Comune del Friuli Orientale, grazie il sostegno della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia e dell’Arlef, in collaborazione con l’Istitût Ladin Furlan “Pre Checo Placerean”. È, e sarà, anche nel 2023, l’occasione per celebrare, in comunità, i valori culturali e linguistici in cui il popolo friulano si riconosce quotidianamente e attraverso i quali afferma la propria identità. Perché la Fieste, oltre a ricordare le origini della Patria del Friuli fa proprio questo, sin dalla sua prima edizione, festeggiata ad Aquileia nel 1977 su iniziativa di don Francesco Placereani (meglio noto come Pre Checo): celebra l’identità dei friulani, in Patria e in tutto il mondo.

—^—

In copertina, la bandiera del Friuli in piazza Libertà a Udine in una bella foto inviataci stamane da Renata Capria D’Aronco, presidente del Club per l’Unesco di Udine.

 

 

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com