di Giuseppe Longo

Festa dell’Assunzione al Cielo della Vergine Maria. Stamattina, a Nimis, la Messa solenne  doveva essere celebrata, secondo antica consuetudine, nel Santuario di Madonna delle Pianelle, all’ingresso del paese per chi arriva da Tarcento o da Udine. Invece, si è dovuta tenere nel Duomo di Santo Stefano perché la Chiesa mariana, molto amata dalla popolazione del luogo e dei paesi del circondario, nonché dalle tantissime coppie di sposi di tutto il Friuli che qui si sono promesse fedeltà, è ancora interessata dai lavori di restauro, condotti dalla ditta Renzo Lizzi di Artegna, di cui abbiamo parlato anche nelle scorse settimane. Che però sono arrivati così a buon punto che questi quindici giorni mancanti all’inizio del tradizionale Ottavario in vista della solennità dell’8 settembre, quando sarà festeggiata la Natività della Madre di Gesù, saranno decisivi per la loro conclusione. Per cui per la grande ricorrenza settembrina – che a Nimis s’intreccia con la plurisecolare Sagre des Campanelis – il Santuario sarà restituito alla sua bellezza.

“L’Apparizione” di Giacomo Monai.

Erano trascorsi, infatti, più di trent’anni dal consolidamento e restauro generale del dopo-terremoto, per cui la Chiesa a navata unica aveva bisogno di alcuni interventi, se non altro per sanare le infiltrazioni di umidità che nel frattempo si erano formate. I restauratori hanno provveduto anche a dare nuova luce ai “familiari” affreschi del pittore nimense Giacomo Monai – che raccontano scene della vita di Maria – e faranno “ritrovare” anche la tela di San Valentino, distrutta dal fuoco che si era sviluppato l’anno scorso proprio la sera dell’ultimo giorno dei festeggiamenti. Si tratterà però, ovviamente, soltanto di una copia, pur pregevole, realizzata sulla base di fotografie per fortuna esistenti.
Nel contempo, si è intervenuti anche per un consolidamento della torre campanaria, per cui la solennità dell’8 settembre sarà annunciata dalle piccole campane con quella “voce” inconfondibile che entra nel cuore di chi le ascolta. E proprio in vista dell’ormai imminente Ottavario, la Pieve di Nimis, attraverso “In Cunfidenze”, il foglio settimanale da qualche mese anche sul web, invita chi “ha la capacità di ‘scampanotà’ ” a insegnare “quest’arte a qualche nuovo ragazzo”. Così, proprio con la presenza degli “scampanotadors”, la festa settembrina sarà ancora più bella.

Tutto questo, dunque, grazie agli interventi che stanno giungendo al termine, rispettando i tempi fissati. Si è trattato però anche di lavori suppletivi che hanno ampliato la spesa prevista, tanto che, come avevamo già riferito a suo tempo, era stata lanciata una raccolta di fondi proprio per la Madonna delle Pianelle. Che ovviamente continua, per cui la Parrocchia auspica che si aggiungano altre offerte a quelle generose che sono pervenute in queste settimane.

—^—

In copertina e qui sopra il Santuario di Madonna delle Pianelle, a Nimis, al centro dei lavori di restauro.

Hits: 133

, , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento