di Gi Elle

Archiviato dunque il primo weekend sotto la pioggia, ora Sapori Pro Loco si prepara alla seconda e ultima tranche, sperando ovviamente che il tempo sia più clemente. La manifestazione è stata inaugurata ieri mattina, nella cornice di Villa Manin di Passariano, alzando così il sipario sulla 18ma edizione della grande manifestazione enogastronomica organizzata dal Comitato regionale Pro loco d’Italia. E visto il maltempo ci si è consolati alzando calici beneauguranti, brindando nientemeno che con il Sauvignon “mondiale” dei Pitars. Perché fra pochi giorni si riparte. La festa proseguirà infatti nei giorni 17, 18 e 19 maggio e proprio nella giornata conclusiva ci sarà l’annunciato e atteso showcooking con la finalista di Masterchef, la carnica Gloria Clama, che è anche testimonial di Sapori Pro Loco 2019.

Ecco la cerimonia inaugurale.

Il presidente del Comitato regionale, Valter Pezzarini, e il sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti, durante la cerimonia d’inaugurazione – condotta dalla giornalista Alessandra Salvatori – hanno sottolineato il gran lavoro del migliaio di volontari delle Pro Loco coinvolte e come queste associazioni siano l’anima di tanti paesi della regione. Quindi, Marilisa Valoppi ha portato il saluto della direttrice dell’Erpac – Villa Manin, Anna Del Bianco.
Sono intervenuti anche Elsa Zardini (presidente De Union de i Ladis de Anpezo, sodalizio dei ladini di Cortina d’Ampezzo che si sta gemellando con la comunità di Codroipo), Lucio Zamò, rappresentante dell’Italian Chair District e vicesindaco di Manzano, Rudi Adami, direttore Area Imprese Fvg di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Morandini presidente della Fondazione Friuli, il maggiore Christian Modonutti, delegato del comandante colonnello Andrea Amadori del 2° Stormo di Rivolto (Frecce Tricolori), Mario Busso, curatore della Guida ViniBuoni d’Italia del Touring Club, e Lara Persello di PromoTurismoFvg. Presenti anche vari sindaci e amministratori dei Comuni del Friuli Venezia Giulia, nonché il consigliere regionale Franco Iacop.
Al termine degli interventi, alla Pro Majano è stato consegnato il trofeo per aver vinto il quiz televisivo “Lo Sapevo” di Telefriuli, dedicato proprio alle Pro Loco.
Il taglio del nastro è stato seguito dallo “stappo” di una magnum del Sauvignon della cantina Pitars di San Martino al Tagliamento, che al Concorso mondiale del Sauvignon, le cui selezioni si erano tenute in marzo a Udine, aveva conquistato l’ambitissimo titolo di “azienda rivelazione 2019” assieme ad altre cinque di tutto il pianeta. Le autorità hanno brindato al successo della manifestazione nell’enoteca con i vini delle cantine  selezionate durante la Fiera regionale di Buttrio e la Mostra concorso di Bertiolo.

Bini brinda e poi tra gli stand.

L’assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, ha sottolineato che si tratta di un’iniziativa che l’Amministrazione regionale apprezza e sostiene, in quanto caratterizzata da un palinsesto ricco di prodotti tradizionali, capaci di far provare esperienze, di regalare emozioni e quindi di fidelizzare il grande pubblico alle tipicità del nostro territorio. La Regione, ribadendo che quello delle Pro Loco è un impegno corale e motivato, che si mantiene nonostante le difficoltà burocratiche che ne rallentano l’operatività, ha quindi confermato – proprio tramite Bini – la volontà di predisporre una norma specifica, nell’ottica della semplificazione.
Ma Sapori Pro Loco è anche un’ecofesta, rispettosa quindi della natura. Riguardo all’obiettivo dell’Esecutivo regionale di fare del 2020 l’anno della svolta “plastic free”, superando l’impiego di alcuni dei più comuni oggetti in plastica usa e getta, Sapori Pro Loco è all’avanguardia già da diverso tempo. Come ricordato dal presidente Pezzarini, già da 10 anni si utilizzano piatti e posate compostabili e si applica una gestione dei rifiuti che permette di differenziarli prima del conferimento. Al termine della cerimonia inaugurale, il rappresentante della Giunta Fedriga, accompagnato dallo stesso Pezzarini, ha quindi fatto visita ai vari stand salutando i volontari che hanno spiegato i gustosi piatti proposti.

Belle ragazze col trofeo Under 21. 


Oltre alle delizie enogastronomiche, durante tutta la giornata nell’area spettacoli di Villa Manin è stato possibile ammirare il trofeo del prossimi Campionati Europei Under 21 Uefa (che si disputeranno anche in Friuli Venezia Giulia) in una zona dedicata dove ci sono stati giochi ed esperienze interattive in tema calcistico. L’Uefa Under 21 Championship 2019 Trophy Tour è a cura di Federazione Italiana Giuoco Calcio e Master Group Sport in collaborazione con PromoTurismoFvg e Comune di Udine.

In più, mostre a Villa Manin, laboratori per bambini e incontri letterari con PromoTurismoFvg nello Spazio incontri arredato con le sedie dell’Italian Chair District, una delle eccellenze regionali alla pari degli oltre 100 tra piatti tipici, vini, birre e gelati artigianali offerti negli stand gestiti da ben 32 Pro Loco (programma completo su www.saporiproloco.it).

Tanta gente nonostante la pioggia.

—^—

In copertina, magnum con il prezioso Sauvignon fra i migliori del mondo. 

Hits: 115

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento