Hits: 3

Conto alla rovescia per il Premio Caterina Percoto. Sono un centinaio gli elaborati in gara all’ottava edizione 2020 del concorso letterario promosso dal Comune di Manzano -assessorato alla Cultura. Il contest 2020 aveva individuato un filo rosso tematico tratto dalle “Novelle scelte” che l’autrice di San Lorenzo di Soleschiano pubblicava esattamente 140 anni fa, nel 1880: “La noia, questa bava schifosa. Questo frigido serpente che paralizza tutti i moti del cuore”. Parole che, nell’anno del lockdown e del distanziamento, hanno ispirato con grande slancio i racconti degli adulti (ai quali si chiedevano testi racchiusi entro le 20 mila battute) e degli studenti delle scuole Primarie di primo e secondo grado e delle scuole Secondarie, che avevano a disposizione fino a 5 mila caratteri per dispiegare la loro creatività.

Elisabetta con le discendenti della scrittrice e poetessa friulana.

© Foto Petrussi

«Ci siamo resi conto che il tema di quest’anno ha fatto breccia nell’ispirazione dei partecipanti – spiega l’assessore alla Cultura, Silvia Parmiani -. Scrivere ha aiutato a lasciar fluire il proprio stato d’animo, mentre scorrevano mesi per tutti molto complicati. L’edizione di quest’anno, infatti, è risultata la più partecipata tra tutte quelle svoltesi sinora. Con molto rincrescimento siamo costretti a comunicare che nel contesto pandemico viene necessariamente sospesa la cerimonia di Premiazione dei vincitori: confidiamo di poter aggiornare quella legata all’anno 2020 la prossima primavera, se le condizioni generali consentiranno gli eventi in presenza. Ma certamente non rinunceremo alla individuazione e proclamazione dei vincitori dell’edizione 2020: la Giuria è già al lavoro per completare la valutazione dei testi pervenuti, molto più numerosi delle edizioni precedenti. Lo screening sarà completato entro domenica 6 dicembre ed entro Natale procederemo all’annuncio dei vincitori 2020 del Premio letterario Caterina Percoto».

L’assessore Silvia Parmiani.

Cresce, dunque, l’attesa per conoscere i nomi dei vincitori 2020 e, ancora una volta, Caterina Percoto, “contessa contadina” autrice iconica dell’Ottocento letterario, dimostra di saper parlare anche al nostro tempo: le sue parole hanno ispirato tanti autori che si sono cimentati nella scrittura per restituire uno stato d’animo diffuso e certo caratterizzante di un anno “speciale”, un anno sospeso come, spesso, lo è stato il nostro sentire fra un’ondata e l’altra dello tsunami pandemico. La parola passa adesso alla Giuria presieduta dalla giornalista Elisabetta Pozzetto e composta dalla stessa assessore Parmiani, dal direttore Arlef William Cisilino e da Elisabetta Feruglio, Valter Peruzzi, Walter Tomada e Cristina Qualizza. «Gli elaborati sono molti e siamo ancora in fase di valutazione – spiega la presidente Pozzetto – : fin d’ora ringrazio i membri della giuria per il loro lavoro sempre puntuale e appassionato. Mi ha favorevolmente colpita quest’anno la partecipazione degli autori che hanno scelto la lingua friulana, con testi per la gran parte di ottimo livello».

Aggiornamenti disponibili sul sito www.comune.manzano.ud.it

—^—

In copertina, la casa natale di Caterina Percoto a San Lorenzo di Soleschiano.

 

Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento