Visits: 27

di Mariarosa Rigotti

Raccontare la Bora e avere l’opportunità di partecipare gratuitamente, con iscrizioni entro il 5 maggio, a un corso che insegna a fare una intervista e a raccogliere memorie. È questa in sintesi la proposta lanciata dall’Alpe Adria Cinema – Trieste Film Festival che lo cura e dà, appunto, la possibilità di partecipare al workshop gratuito “Come ti intervisto?”. Infatti, dal sodalizio arriva anche attraverso i social un messaggio a partecipare a questo corso che definisce “light”: «Ti vuoi mettere in gioco con interviste e riprese durante il Festival BoraMata? Un corso per imparare a realizzare un’intervista e per la raccolta di nuove memorie della città. Viviamo un’epoca di profonde trasformazioni. Ma non perdiamoci i ricordi di quello che c’era prima! Raccogliamoli con i mezzi che la tecnologia ormai mette alla portata di tutti». E ancora: «Ecco l’occasione per imparare a raccogliere memorie sui temi più disparati. Cominciamo, cominciate dalla Bora, attraverso questo focus sulle memorie del clima. Poi sbizzarritevi!»
Così, venendo nel dettaglio della proposta, per iscriversi basta raccontare un ricordo legato alla Bora, sia reale sia inventato, e nella forma preferita (un breve testo, video o audio) e poi inviarlo alla mail aac@alpeadriacinema.it , vanno aggiunti i propri contatti quali nome, cognome, mail e numero di telefono.
Il corso teorico-pratico prevede al massimo 15 partecipanti. Quanto alle date di svolgimento: gli incontri saranno il 25, 26 e 29 maggio (dalle 17.30 alle 19.30), mentre le interviste sul campo (data e ora da definire con i partecipanti) si faranno il 12 giugno (dalle 17.30 alle 19.30). La sede del coso è all’Alpe Adria Cinema Lab in via Pescheria 4 a Trieste. Interverranno: Rino Lombardi (Museo della Bora), Nicoletta Romeo (direttrice artistica Trieste Film Festival), Daniela Picoi (programmista-regista Rai e direttrice artistica del ciclo di incontri “Science Café” di Sissa e Area Science Park), Nicolò Giraldi (giornalista e responsabile redazione Trieste Prima) e Giulio Ladini (Filmmaker).
Da sottolineare che si tratta di una iniziativa organizzata nell’ambito del progetto “Che vento faceva? Memorie del clima” realizzata con il contributo del bando studi e ricerche “Terre di passaggio” della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con il sostegno della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali.

—^—

In copertina, un fotogramma del video Vitrotti del 1953 (Cineteca del Friuli) emblematico della Bora a Trieste.

 

, , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com