Visits: 4

Dopo anni di relazioni congelate, interrotte, rese impossibili a causa della pandemia, le imprese dell’artigianato artistico e creativo del Fvg si presentano al pubblico con una grande mostra, ospitata nell’ex chiesa di San Francesco a Udine, che celebra appunto il tema universale delle “Relazioni”. L’esposizione sarà inaugurata oggi, 10 maggio, alle 19.30 e sarà quindi visitabile fino al 18 giugno, dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20, con orario continuato in concomitanza dell’Adunata nazionale degli alpini.


«Siamo Confartigianato, siamo associazione, siamo unione, siamo relazione. L’essere insieme per portare avanti le istanze degli artigiani, per interagire con le pubbliche amministrazioni e la politica, è ciò che ci contraddistingue», afferma il presidente di Confartigianato Udine e Fvg, Graziano Tilatti. La scintilla della mostra si è accesa da questa considerazione, producendo una carrellata di opere che raccontano relazioni di lavoro, d’amicizia, d’amore, relazioni con il sacro e il profano, relazioni di potere e di sangue, relazioni fra i cinque sensi.
«Questa mostra – rilancia Eva Seminara, capocategoria dell’artigianato artistico Udine e Fvg – vuol essere immersiva e coinvolgente, vuole sollecitare non solo la vista ma tutte le capacità percettive del visitatore, portandolo attraverso un viaggio che gli faccia conoscere le opere e le lavorazioni artigianali. E vuol essere anche un biglietto da visita capace di accattivarsi lo sguardo incuriosito di chi artigiano è, ma forse non conosce ancora bene l’associazione».
Come sempre, l’iniziativa promossa dalle Confartigianato di Udine, Trieste e del Fvg, con il contributo del Cata, della Regione e della Cciaa di Pordenone-Udine, offrirà l’occasione di toccare con mano lavori realizzati dalle botteghe dell’artigianato artistico regionale, la loro inimitabile capacità di trasformare materiali diversi in opere uniche. Sono 46 in tutto le imprese partecipanti che portano in mostra 42 opere, fatte di legno, ferro, pietra, marmo, ceramica, vetro, mosaico. Si potranno apprezzare lavori di pavimentisti, di nautica leggera, di restauro, di legatoria e stamperia, di tappezzeria e tessitura, di sartoria e pelletteria. E ancora, monili, strumenti musicali, foto, video, orologi e profumi.


Ancora una volta la curatela è affidata alla storica dell’arte Elena Agosti, che dal 2017 collabora con Confartigianato Udine per la valorizzazione dell’Artigianato Artistico. A lei il compito di introdurre la mostra “Relazioni“: «Anzitutto definiamo il perimetro. Di cosa parliamo? Le relazioni – spiega – sono quelle connessioni o corrispondenze che intercorrono, talvolta volontariamente altre volte in forma accidentale, tra due o più persone, gruppi, istituzioni e categorie: un rapporto o un legame che instaura un vincolo reciproco. Siamo in relazione con gli altri in quanto parte di una società, siamo in relazione con l’ambiente in quanto spazio fisico che ospita tutte le nostre funzioni vitali. Con riferimento al mondo del lavoro – continua la curatrice – relazioni sono tutti i rapporti che intercorrono tra artigiani che qui abbiamo sollecitato a lavorare insieme per dar luogo a opere collettive».
L’esposizione sarà introdotta dai contenuti multimediali dalla sezione “Racconti digitali di Artigianato”, realizzata con il sostegno della Cciaa Pn-Ud, e avrà anche un piccolo bookshop dove i visitatori potranno acquistare gli oggetti proposti da dieci delle aziende in mostra. All’inaugurazione in programma questa sera taglieranno il nastro, assieme a Graziano Tilatti ed Eva Seminara, l’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, il vicesindaco di Udine, Alessandro Venanzi, e il presidente camerale Giovanni Da Pozzo. La mostra è patrocinata da Comune di Udine, Promoturismo Fvg e Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico.

—^—

In copertina e all’interno opere di artigianato artistico realizzate in Fvg.

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com