di Lant Ator

Il Rojale, terra di rogge e mulini, si distingue da sempre per un ricco ventaglio di proposte culturali e ricreative che accompagnano la popolazione locale, ma anche gli ospiti, durante tutto l’anno, con invitanti manifestazioni sia a Reana capoluogo che nelle numerose frazioni. E il motore di tutte queste attività è la Pro Loco che ha in Paola Miconi, presidente, e in Renata Barborini, segretaria, i punti di riferimento del generoso volontariato che anima l’associazione. La quale come simbolo ha “adottato” proprio il suggestivo mulino di Cortale.

Adesso, e per un paio di settimane, siamo ancora in Carnevale. Un momento gioioso che la Pro Rojale non si lascia mai sfuggire senza proporre occasioni di festa e di divertimento. Non cose eclatanti, certamente, come costose sfilate o tensostrutture in cui organizzare veglioni danzanti mascherati. Ma qualcosa di stuzzicante senz’altro c’è nel programma messo a punto per queste giornate. Gli appuntamenti sono pertanto fissati per sabato e domenica prossimi, 23 e 24 febbraio.
Si comincia, dunque, sabato con la Cena in maschera e non” (ci sarà anche un intrattenimento musicale con ballo) nella sala della mensa scolastica delle medie, dove ci si ritroverà alle 20: è necessario prenotarsi però entro domani, 21 febbraio, telefonando al numero 3494244611 oppure rivolgendosi alla Vetrina del Rojale (di fronte al municipio, tra CrediFriuli e farmacia) sempre domani dalle 10 alle 12.
Domenica, invece, nella palestra comunale di Remugnano a partire dalle 14.30 ci sarà il Carnevale dei Bambini”, un ricco pomeriggio di festa e allegria con il gruppo di animazione “La bottega dei sogni”.

E intanto chi partecipa alle iniziative carnevalesche può approfittare anche di fare una puntatina nella ricordata “Vetrina” dove, sempre a cura della Pro Rojale, continua la bella mostra dell’artista Michele Piazza dal titolo Alberi, il paesaggio interiore”.

La suggestiva immagine adottata come simbolo dalla Pro Rojale.

—^—

In copertina, il mulino di Cortale.

—^—

 

Caffè questo sconosciuto
a Trieste nuovo cenacolo

L’associazione Museo del Caffè di Trieste, presieduta da Gianni Pistrini, ha promosso e organizzato il quinto “cenacolo” dell’anno 2018/19 che si terrà domani, giovedì 21 febbraio, alle ore 17, nella sala San Giusto dell’hotel Savoia Excelsior, in riva del Mandracchio 4, sempre nel capoluogo regionale. Dove è in programma una conferenza del ciclo “Il caffè: questo famoso sconosciuto”. Come dire che di questa bevanda popolarissima in effetti si sa ben poco. E allora ci aiuterà a saperne di più, proprio nella “città del caffè” per eccellenza, il professor Giorgio Grazioli. Seguirà una degustazione. Ovviamente di caffè!
Poi, sempre nell’ambito di questa stagione dei “cenacoli”, ci saranno altre tre incontri: il 21 marzo “H2O e caffè: un equilibrio scientifico”;  giovedì 18 aprile “Da caffè verde torrefatto: cosa cambia”; giovedì 16 maggio “Definizione sensoriale di un caffè secondo diversi livelli qualitativi di interpretazione”. Si completerà così “la serie di incontri sugli aspetti agro-alimentari e scientifici della filiera del caffè”, considerato che in Italia “l’espresso rappresenta convivialità e socializzazione”.

 

Hits: 114

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento