E’ affidata alla bravura di Massimo Somaglino l’apertura della manifestazione “Lùsignis – A Casarsa nei borghi di Pasolini”, rassegna che punta a far conoscere e apprezzare, attraverso le sue prime opere sia in prosa che in versi, i luoghi in cui visse e scrisse il grande poeta, intellettuale e regista, unendo così cultura e turismo. L’assessorato alla Cultura della Città di Casarsa della Delizia ha programmato 8 appuntamenti da fine agosto al 30 settembre, seguendo il tema dei 70 anni dalla stesura del primo romanzo pasoliniano “Il sogno di una cosa”.
Come già annunciato, si parte con una prima nazionale: proprio stasera, alle 21, in piazza Vittoria a San Giovanni di Casarsa in scena lo spettacolo “Nini e Cecilia (la meglio gioventù)”, curato dallo stesso Somaglino sul palco assieme a Fabiano Fantini, Klaus Martini, Mark Kevin Barltrop e Chiara Grillo (ingresso libero, in caso di maltempo ci si sposterà al teatro comunale Pasolini in via Piave). In scena anche la compagnia temporanea “San Zuan”, coordinata da Norina Benedetti, composta da attori locali: Massimo Antoniazzi, Iris Castellarin, Luigina Comin, Irene Macuz, Francesca Passador, Daniela Querin, Max Salvador e Giuliano Zamparutti. Parti musicali affidate al coro multiecnico “La Tela” di Udine, diretto da Claudia Grimaz e al coro “Tante Voci” di Metz (Francia), diretto da Tania Pividori. Alla fisarmonica, strumento che ha un ruolo fondamentale nel romanzo, Nicola Milan e Giona De Nardi.

Pier Paolo Pasolini

Si tratta, in alcuni degli stessi luoghi dove si svolge la storia, della lettura scenica del primo romanzo pasoliniano “Il sogno di una cosa”, scritto a Casarsa nel 1949 (la pubblicazione avverrà poi nel 1962 quando Pasolini si era già trasferito a Roma) e ambientato proprio nel Comune natale della madre dello scrittore, più precisamente a San Giovanni, e nei centri vicini, come San Vito al Tagliamento. Narra la ricerca di un futuro migliore, tra impegno politico, sete di giustizia, emigrazione, “sete” di lavoro e amore, dei giovani degli anni Quaranta, appena usciti dalla Seconda guerra mondiale e affettuosamente definiti da Pasolini “la migliore gioventù della riva destra (del fiume Tagliamento)”.

“Il sogno di una cosa è un vero e proprio affresco corale – ha spiegato Somaglino, autore dell’adattamento -: per questo ci siamo concentrati su un “attraversamento”, quasi uno spin off, della storia principale, scegliendo due personaggi fra i molti. Il Nini, perfetto prodotto della meglio gioventù di questa terra e di quel tempo, e Cecilia, ragazzina dal carattere schivo e solitario. Li seguiremo così nella loro vicenda, che per buona parte si svolge proprio a Casarsa, anzi nello specifico per lo più a San Giovanni, ed è proprio lì che la storia viene riportata oggi, nella piazza, fra rivolte contadine, biciclette e addobbi da sagra, in una lettura – messinscena farcita di innesti musicali e azioni nello spazio, che permetta alla comunità di specchiarsi in un se stesso più antico, e di riappropriarsi dei luoghi del romanzo, raccontando i fatti là dove si sono effettivamente svolti”.

Massimo Somaglino


“La seconda edizione della rassegna Lùsignis continua a riportare lo sguardo dentro la stagione friulana del cantore di Casarsa. Gli spunti di riflessione de Il sogno di una cosa – ha aggiunto l’assessore comunale alla Cultura, Fabio Cristante – sono ancora oggi di estrema attualità e per questo lo abbiamo scelto per suscitare la riflessione nel pubblico, nel solco di quella che è la filosofia della nostra rassegna che vuole creare occasioni di incontro e dibattito partendo dal pensiero di Pasolini e portare le persone, allo stesso tempo, a scoprire e visitare, anche in chiave turistica, i luoghi che lo ispirarono e che sono oggi inseriti nel progetto degli Itinerari pasoliniani”.

Programma completo e aggiornamenti sulla pagina Facebook Eventi a Casarsa (https://tinyurl.com/lusignis2019).

—^—

In copertina, entrano nel vivo questa sera a Casarsa le celebrazioni dedicate a Pier Paolo Pasolini.

Hits: 134

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento