di Silvio Bini

Leonardo da Vinci, nel cinquecentesimo della morte, fa una “capatina” anche a Talmassons, dove il Comune ha organizzato un incontro culturale sulla storia del Friuli, nel periodo rinascimentale. In particolare, lo storico del territorio, Mario Salvalaggio, e lo scrittore Roberto Tirelli, presidente dell’ associazione culturale “la bassa“, parleranno su La centralità del Feudo dei Conti di Gorizia e dei Savorgnan, illustrata dalle cartografie dell’epoca.

Il direttivo “la bassa” e lo storico Mario Salvalaggio.


La conferenza si terrà domenica 8 settembre, alle 18, al Mulino Braida di Flambro, un vecchio complesso immobiliare, di proprietà regionale, in concessione al Comune di Talmassons che, in collaborazione con i Comuni di Bertiolo, Castions di Strada e Gonars, ne cura la fruizione. Nel Mulino sono visibili alcune strutture recuperate (macine, tramogge), alcuni allestimenti espositivi finalizzati ad illustrare l’attività molitoria, nonché le peculiarità naturalistiche dell’area delle risorgive friulane. L’ evento è organizzato in collaborazione con la Regione Fvg, con “la bassa” e con il Comune di Monfalcone, che recentemente ha curato un’esposizione costituente la parte centrale del progetto su Leonardo da Vinci, messo a punto dallo stesso Comune, al fine di ripercorrere la storia del nostro territorio in un periodo cruciale e sinora trascurato: il 1400 con l’arrivo della Repubblica Veneziana e il 1500, con la morte dell’ultimo conte di Gorizia e la ridefinizione dei confini con l’Impero Asburgico.

Municipio di Talmassons, Mulino Braida e Castello di Gorizia.

—^—

In copertina, ecco un ritratto del grande Leonardo da Vinci.

Hits: 34

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento