“Terminal – Festival dell’arte in strada” – organizzato da Circo all’inCirca e Puntozero grazie al sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, assessorato alla Cultura del Comune di Udine, PromoturismoFvg e Fondazione Friuli e parte della rete culturale Intersezioni – debutta oggi a Udine e sarà più che mai “local”, sempre a ingresso gratuito, ma con prenotazioni obbligatoria su www.terminal-festival.com. Vista la delicata fase che il mondo intero sta vivendo l’organizzazione ha voluto coinvolgere soprattutto artisti del territorio una scelta artistica mossa dalla volontà di sostenere «il nostro comparto culturale, che ha sofferto molto negli ultimi mesi e che lentamente si sta rialzando, con tenacia, determinazione e nuove idee», ha sottolineato Davide Perissutti di Circo all’inCirca.
Ecco, allora, che proprio la compagnia di circo contemporaneo con sede a Udine, per la primissima volta, non sarà solo organizzatrice dell’evento, ma metterà in scena una sua produzione originale: 0quadro32 (il 30 agosto, in piazza Venerio, alle 21). Un cabaret ammiccante, comico, basato sul rischio e sulla voglia di stare insieme, cercando di curare le ferite invisibili che il lungo periodo di distanziamento sociale ha causato nel modo di stare in compagnia. Uno spettacolo nato da un’idea di Davide Perissutti con la regia di Giorgio Bertolotti. Il cabaret realizzato dagli artisti del Circo all’inCirca e dai loro colleghi è un omaggio ai circensi italiani ed esteri che scelgono il Friuli come punto di riferimento per la propria crescita umana ed artistica. Il titolo, da un’idea di Davide Visintini, rappresenta Udine e, insieme, l’attrezzo circense che sarà più visibile sul palcoscenico, il quadro aereo, sul quale due acrobate volteggeranno e si lanceranno a 4 metri di altezza.

Facchin Center


Ma a Terminal ci saranno anche altre importanti realtà del territorio che insieme a Circo all’inCirca fanno parte della rete Intersezioni: avremo la compagnia Arearea che ammalierà il pubblico di piazza Venerio con il suo “Play with me” (oggi 26 agosto, dalle 21); “Facchin Show” (il 29 agosto alle 21.30, in piazza Venerio) di Felici ma Furlans. Fra gli artisti del territorio anche il collettivo L’Amalgama che a Terminal porterà “Saduros”, una nuova performance itinerante, con partenza sempre da piazza Venerio alle 21 del 28 agosto. Infine da citare anche “Anticorpi liberi” (domani 27 agosto dalle 21, in piazza Venerio), progetto realizzato in residenza all’interno del progetto Muja Buskers Festival, in co-produzione con la Compagnia OnArts. In contemporanea ci sarà anche Audiobus (il 28 e il 29 alle 20 2 21; il 29 anche alle 15.50, 16.50,; il 30 alle 16.25, 17.25), progetto dell’associazione Zeroidee di Udine. La prima delle sue 5 tappe è proprio quella udinese che viene ospitata nel programma di Terminal e coinvolge nelle 2 linee di bus artisti della città (Renato Rinaldi, Francesco Collavino, Sara Chiarcos, Paolo Paron, Circo all’incirca etc). Da ricordare, poi, anche Elettra Del Mistro e Marco Floran che saranno presenti in due dei tre cubie di Terminal³ (tutti i giorni dalle 17 alle 20 nelle piazze Libertà e Venerio e in via Savorgnana). Ecco, dunque, l’interno programma!

MERCOLEDI’ 26 AGOSTO
La prima giornata del festival, oggi, partirà con i tre cubi di Terminal³ (dalle 17 alle 20). La serata poi si chiuderà con la danza contemporanea della compagnia Arearea che ammalierà il pubblico di piazza Venerio, a Udine, con il suo “Play with me” (dalle 21), spettacolo che nasce dall’urgenza di fare un’indagine sul gioco virtuale e sulla ricaduta che quest’ultimo ha sul corpo. Comprendere la natura del gioco, facendolo per davvero, aiuta a capire molte cose di noi: come reagiamo agli istinti, come rendiamo azione la nostra fantasia, come ci rapportiamo all’altro. Prima però sarà presentata Intersezioni: rete di festival di arte e spettacolo dal vivo promossa da Arearea, Circo all’inCirca, Felici ma Furlans, Puntozero, Quarantasettezeroquattro. Un appuntamento, questo al quale parteciperà anche l’assessore alla Cultura del Comune di Udine, Fabrizio Cigolot.

GIOVEDI’ 27 AGOSTO
Domani dopo gli appuntamenti con Terminal³, dalle 21, in piazza Venerio, è in programma uno spettacolo di cabaret-circo contemporaneo, Anticorpi liberi, progetto realizzato in residenza all’interno del progetto Muja Buskers Festival, in co-produzione con la Compagnia OnArts: il corpo è al centro di una ricerca artistica che indaga le reazioni dell’uomo al suo progresso sociale, dal passato al presente.

VENERDI’ 28 AGOSTO
Il weekend si aprirà sempre con Terminal³. Alle 21, invece, una nuova performance itinerante, con partenza sempre da cuore della manifestazione. Si tratta di Saduros, del collettivo L’Amalgama. Lo spettacolo è ispirato a Casi, la più importante raccolta italiana degli scritti di Daniil Charms, geniale autore dell’avanguardia russa. Censurato per molti anni in patria e, nonostante la recente restaurazione, poco conosciuto anche qui da noi, Charms è famoso (per i pochi, appunto, che lo conoscono) per essere lo scrittore del non senso, l’inventore di mondi assurdi, illogici, impossibili, indefinibili. Ritornerà poi un appuntamento ormai consolidato per Terminal, quello con Audiobus, che quest’anno aprirà i suoi viaggi con un doppio appuntamento serale (sulla Linea 4), alle 20 e poi alle 21 (l’orario indica il ritiro cuffie in via Ciconi 4, il pubblico verrà poi accompagnato alla fermata di partenza in Stazione).

SABATO 29 AGOSTO
Ricchissima di appuntamenti la giornata di sabato 29 agosto! Si comincia alle 15.50 con Audiobus Linea 2 (l’orario indica il ritiro cuffie in via Ciconi 4, il pubblico verrà poi accompagnato alla fermata di partenza in Stazione). Una seconda corsa è in programma alle 16.50. Dalle 17 alle 20 ci sarà poi Terminal³ e sempre dalle 17 alle 20 è in programma un tour guidato (con partenza alle 17 e poi alle 18) della città con A+AUD, dal tema “caduta del patriarcato di Aquileia per mano della Serenissima Repubblica di Venezia” e intitolato “Città domestica/esplorazione urbana”.
Alle 19.30, ancora in piazza Venerio, il pubblico si potrà confrontare con la malinconica risata zingara degli spagnoli Davaii Sasha y Agranov. Questo spettacolo teatrale di circo è per tutte le età, le razze e i sessi. Due amici d’infanzia gitani invitano il pubblico ad aiutarli a sistemare la propria casa viaggiante e i propri cuori sulla strada. Un invito a partecipare ad un assurdo mix di umorismo, circo acrobatico e poesie visive.
Alle 20 e alle 21 torna Audiobus Linea 4 (l’orario indica il ritiro cuffie in via Ciconi 4, il pubblico verrà poi accompagnato alla fermata di partenza in Stazione). Mentre alle 21.30, in piazza Venerio, andrà in scena “Facchin Show” con Alessandro di Pauli e Tommaso Pecile.

DOMENICA 30 AGOSTO
La giornata conclusiva, domenica 30 agosto, aprirà alle 16.25 con Audiobus Linea 2 (l’orario indica il ritiro cuffie in via Ciconi 4, il pubblico verrà poi accompagnato alla fermata di partenza in Stazione) e con Terminal³. Dalle 17.25 nuova tappa per Audiobus Linea 2. Alle 18 nuovo appuntamento in piazza Venerio con “Città domestica/tavola rotonda” (conferenza pubblica sul tema della città con A+AUD). Alle 21gran finale con gli artisti di Circo all’inCirca che in piazza Venerio, alle 21, proporranno “0quadro32”, uno spettacolo di cabaret ammiccante e comico, basato sul rischio e sulla voglia di stare insieme, cercando di curare le ferite invisibili che il lungo periodo di distanziamento sociale ha causato nel modo di stare in compagnia. Il cabaret è un omaggio ai circensi italiani ed esteri che scelgono il Friuli come punto di riferimento per la propria crescita umana e artistica. L’edizione 2020 di Terminal ha scelto di privilegiare i lavoratori dello spettacolo locali e questi artisti di conseguenza hanno deciso di omaggiare la scelta costruendo insieme uno spettacolo ad hoc per l’occasione. Gli artisti porteranno in scena le discipline e i numeri su cui stanno lavorando con uno stile leggero.

IL FESTIVAL – Arte e spazio pubblico, grazie a Terminal, si contamineranno, il dialogo fra le diverse espressioni che vanno dal circo contemporaneo alle arti visive, dall’arte urbana fino a quella performativa, consentirà di percorrere strade inedite, anche grazie alle performance itineranti di Audiobus. Quest’anno Terminal, ideato da Circo all’inCirca e Puntozero, ha ricevuto il sostegno della Regione Fvg, dell’assessorato alla Cultura del Comune di Udine, di PromoturismoFVG e della Fondazione Friuli. Per la SUA realizzazione hanno collaborano: associazione Brocante, associazione Magdaclan, Lés Décomposés, Cefd Centro Edile, associions architetti Alunni Udine, Cirqueon ops, asp Arsmotus, Comune di Buttrio, Muja Buskers Festival, rete culturale Intersezioni.

Saduros

Informazioni e programma dettagliato su: www.terminal-festival.com | Facebook
In caso di maltempo dal 26 al 29 agosto gli spettacoli saranno recuperati il giorno successivo alle 19. Eventuali variazioni verranno comunicate sui social e all’infopoint.
Ingresso gratuito con prenotazioni obbligatoria su https://www.terminal-festival.com

—^—

In copertina, attori di “Play with me” che stasera saranno in piazza Venerio a Udine.

 

Hits: 43

, , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento