di Gi Elle

Sicuramente sono pochi a sapere che una delle versioni originarie del “tiramisù”, dolce fra i più famosi al mondo – e che in questo caso si chiama “tirime su” -, fu creata dallo chef stellato Mario Cosolo per i suoi clienti del ristorante di famiglia “Al Vetturino” che all’epoca – siamo alla fine degli anni 30 – si trovava a Pieris, in provincia di Gorizia. Il nome di questo dolce al cucchiaio servito in coppa – che successivamente, assieme alle versioni più conosciute, ha finito per conquistare letteralmente il pianeta – è infatti “Tirime su – Coppa Vetturino”. E va degustato prelevando il dolce, appunto con un cucchiaio, dall’alto in basso, così da raccoglierne i vari strati, come raccomanda sempre Flavia Cosolo durante le sue appassionate presentazioni.

Non lo avete mai assaggiato? Allora, non potete perdere i primi appuntamenti del progetto che il Consorzio Culturale del Monfalconese, l’Ecomuseo Territori Genti e Memorie tra Carso e Isonzo, PromoTurismoFvg, la Camera di Commercio Venezia Giulia e Aries stanno realizzando per valorizzare e far conoscere la versione originaria proprio del “tirime su”.
Si parte dunque oggi, alle 18.30, con la prima degustazione al ristorante “Al Ponte” di Gradisca d’Isonzo. La preparazione e il racconto della storia del “Tirime su – Coppa Vetturino” saranno curate dalla citata Flavia Cosolo, la figlia di Mario, che da anni si dedica con encomiabile slancio alla promozione di questa ricetta tanto squisita quanto unica.
Il progetto prevede però altre degustazioni: sabato 31 agosto a Staranzano nell’ambito della storica festa popolare “Sagra de le raze”; giovedì 5 settembre alla “Locanda Devetak” a San Michele del Carso; domenica 8 settembre doppio appuntamento, alla mattina alla Casa delle Associazioni a Pieris e al pomeriggio alla “Festa in Piazza e del Baccalà” di Turriaco; giovedì 12 settembre all’osteria “Brocante” a Monfalcone. Seguiranno nuove presentazioni che saranno ospitate dalla trattoria “Da Nando” di Mortegliano e dalla trattoria “Barbablù” di Ronchi dei Legionari.

L’assessore Sergio Emidio Bini.

Intanto, è cominciato il conto alla rovescia per la “Friuli Venezia Giulia Selection”, una sfida per cuochi non professionisti nella preparazione proprio del “tiramisù”.  E sviluppare “consapevolezza sul brand Friuli Venezia Giulia attraverso la valorizzazione di quei prodotti enogastronomici che rappresentano vere e proprie eccellenze non solo per il mercato italiano ma, ben di più, mondiale” è l’obiettivo delineato dall’assessore al Turismo, Sergio Emidio Bini, durante il suo intervento, a Trieste, alla presentazione della terza edizione della “due giorni” (il 21 e il 22 settembre prossimi) durante i quali appassionati chef, appunto non professionisti, si sfideranno, nella prestigiosa cornice di Villa Manin, a Passariano, nella preparazione di uno dei dolci più famosi e amati, con l’obiettivo di approdare alle semifinali della Tiramisù World Cup 2019, il 3 novembre prossimo, a Treviso, città che, come è noto, contende al Friuli Venezia Giulia la primogenitura nella preparazione proprio del “tiramisù” che invece qui, si assicura, ha documentate origini in Carnia (ristorante “Roma” di Tolmezzo) e appunto, come abbiamo visto prima, a Pieris in riva all’Isonzo. All’incontro era presente anche la già ricordata Flavia Cosolo.
Alla presenza del direttore generale di PromoTurismoFvg, Lucio Gomiero, del presidente della Camera di Commercio della Venezia Giulia, Antonio Paoletti, e di Francesco Redi, ideatore e organizzatore della rassegna, Bini ha posto inoltre l’accento sul valore dell’enogastronomia quale “leva per un turismo slow, fatto non solo di apprezzamento dei prodotti finali ma della conoscenza dei processi produttivi e del territorio”. “Una cultura – ha concluso l’assessore – che abbiamo il compito di diffondere, anche nelle sue vesti di strumento per lo sviluppo economico della comunità regionale”.

Gli intervenuti alla presentazione.

—^—

In copertina, due coppe di “tirime su” secondo la storica ricetta creata da Mario Cosolo del “Vetturino” di Pieris.

Hits: 103

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento