di Gi Elle

Tra grappa e vino a Nimis: questa la nuova proposta lanciata da Vino e Sapori Fvg in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino, mentre è partito il “countdown” per Cantine Aperte 2019. L’invito è per dopodomani 17 maggio e propone un bellissimo pomeriggio – c’è solo da auspicare che il tempo sia buono, come le previsioni attualmente promettono – nella terra del dolce Ramandolo, il primo vino del Vigneto Fvg a ottenere la Docg, il marchio più prestigioso concesso al prodotto della vite.
L’appuntamento è alle 16 presso la storica distilleria Ceschia, una fra le più antiche del Friuli essendo stata fondata da Giacomo Ceschia nel lontano 1886, quando queste terre erano passate da appena vent’anni al Regno d’Italia. Nella sede, completamente ristrutturata di recente, gli ospiti potranno scoprire la storia del più celebre distillato italiano: la grappa. E qui, in particolare, la famosissima Grappa di Ramandolo, ottenuta dalle vinacce del Verduzzo, il vitigno dalle cui uve si ottiene appunto l’omonimo vino. “Inizieremo l’esperienza – informa Vino e Sapori – con la visita guidata in distilleria, per svelare come si produce e quali sono gli elementi che caratterizzano questa grappa di altissima qualità: un affascinante percorso tra alambicchi, zona di affinamento, sala d’invecchiamento e sala degustazione. Per concludere, parteciperemo alla lezione introduttiva Dalla vinaccia alla grappa, guidata dal presidente regionale Anag. In degustazione tre tipi diversi di grappe con prodotti locali in abbinamento”.

La vallata di Nimis da Ramandolo.

Sempre a Nimis, salendo verso le frazioni di Torlano e Ramandolo, prima del bivio per le due località c’è la nuova, moderna cantina I Comelli, dove collina e montagna si fondono in un ecosistema unico: proprio qui, pochi giorni fa si è tenuta, con successo, la nuova edizione di “Diamo un taglio alla sete”, iniziativa che si ripete ormai da parecchi anni per aiutare un missionario friulano a scavare pozzi d’acqua potabile in Africa. La famiglia, con grande vocazione per l’accoglienza, aspetterà la comitiva alle 18 per una visita guidata tra le botti. Il tour continuerà poi nell’agriturismo della cantina stessa, dove ci sarà una degustazione di vini da vitigni autoctoni, primo fra tutti il Ramandolo Docg, conosciuto anche come “Oro di Ramandolo” (dal nome della bellissima manifestazione che si era tenuta nel novembre scorso).  La giornata sarà quindi conclusa con la cena sempre proposta da I Comelli, con una cucina fortemente legata al territorio e alle stagioni. Un menu dall’antipasto al dolce tutto curato con piatti “simbolo” del Friuli.

Il costo dell’esperienza è di 40 euro, comprensivo di visite e degustazioni in due aziende, lezione di degustazione di grappa con l’Anag e cena. Informazioni e prenotazioni: info@vinoesapori.it / telefono 0432611401 oppure 3804725486. Biglietti disponibili online su facebook @vinoesaporifvg. Come detto, il progetto è realizzato da Vino e Sapori Fvg con la collaborazione del Movimento Turismo del Vino Fvg e Anag, Assaggiatori grappa ed acquaviti Fvg.

L’agriturismo della famiglia Comelli.

—^—

In copertina, gli alambicchi della storica distilleria Ceschia a Nimis. 

Hits: 154

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento