Hits: 107

di Silvio Bini

I suoi quadri sono un inno alla natura e alla salvaguardia dell’ambiente, a cominciare da quello, meraviglioso, del fiume Stella e delle risorgive. Bellissima e molto apprezzata, infatti, la mostra “Aquam Nostram” di Antonio Fontanini, che da pochi giorni si è chiusa a Palazzolo dopo aver suscitato tanti apprezzamenti. “6 il migliore” hanno scritto, infatti, i fans sul link del pittore friulano. L’artista popolare più in del momento si rifà alla pittura paesaggistica dell’Ottocento, con qualche pennellata di impressionismo alla Monet. Nella apparente fissità dei paesaggi del pittore, vaga un’anima dolce, che intrappola il visitatore, conquistato dall’emozione scenica, spesso forse anche dalla nostalgia, ma soprattutto dalla suggestione che induce alla riscoperta di una natura armoniosa e docile, da rispettare e da far rivivere. Autodidatta, poi allievo del maestro Lucio Comar, Antonio Fontanini vive la sua arte pittorica come fosse una appendice della sua mano fatata, la accompagna sereno nelle grandi esposizioni come nelle più semplici occasioni di festa. Anche per questo ha conquistato l’attenzione di un pubblico folto, fra il quale l’apprezzamento non ha età. Le opere di Fontanini sono state esposte a Palazzolo nello Spazio d’arte di via Roma, ospite dell’Associazione culturale Art&Stella. La mostra d’arte visiva si intitolava come detto “Aquam Nostram”, appunto un nuovo richiamo, con grande soddisfazione del presidente Massimo Pitton, all’impegno per la salvaguardia delle risorse idriche, a cominciare da quella zona delle risorgive.

Le risorgive.


E un inno alla difesa di questo specialissimo ambiente fluviale si leverà oggi anche in musica da quel suggestivo compendio, in riva allo Stella, che è Villa Ottelio-Savorgnan, ad Ariis di Rivignano. Alle 18.30, infatti, nel parco si terrà l’annunciato concerto lirico, organizzato dal Piccolo Opera Festival, in collaborazione con l’Accademia per l’Opera di Verona e con la cooperazione del Comune di Rivignano Teor e il Comitato Villa Ottelio-Savorgnan. Il programma propone musiche di Handel e Vivaldi, interpretate da Pasquale Auricchio (mezzosoprano) e Kaori Yamada (soprano), con Marius Bartoccini al cembalo. Durante l’intervallo ci sarà una visita guidata a cura di Paolo Tomasella dell’Ente regionale Patrimonio culturale della Regione Friuli Venezia Giulia. L’evento è gratuito, ma è obbligatoria la prenotazione con l’e-mail tickets@piccolofestival.org oppure via telefono al 366.4218001 anche oggi dalle 10 alle 13. In caso di maltempo, il concerto si terrà all’auditorium comunale di Rivignano.

Villa Ottelio-Savorgnan.

—^—

In copertina, ecco un suggestivo scorcio del fiume Stella interpretato dai colori di Antonio Fontanini.

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento