di Lant Ator

Storie raccolte lungo i sentieri, superando i confini, raccontate strada facendo, davanti a un fienile, bevendo un bicchiere insieme. Come un grande filò fuori dal tempo eppure sempre consapevole del proprio tempo. Un’ambientazione marginale per guardare il mondo sfuggendo ai luoghi comuni”. E’ questo il tema conduttore del “Festival delle Valli del Natisone” che ha preso il via ieri con due spettacoli al Rifugio Pelizzo e a Tercimonte.
Oggi, invece, alle 17 a Cravero di San Leonardo, Marta Riservato e Luca Ronga presentano “Il gatto con gli stivali”, mentre alle 21 a Topolò di Grimacco Pietro Piva propone “Abu sotto il mare”. Come il fortunato Hänsel e Gretel nelle Valli dello scorso anno, questo Gatto con gli stivali “si snoderà fra natura e cultura in forma di spettacolo itinerante tra boschi, prati e chiesette, valorizzando particolari aspetti paesaggistici del territorio”. Prenotazione obbligatoria al 3351753049. Quota di partecipazione 4 euro. L’organizzazione raccomanda calzature e abbigliamento adeguati.
“Abu sotto il mare” è invece il racconto di un bambino ivoriano e della manciata di ore che passa dentro una valigia. Lo spettacolo si ispira alla vicenda realmente accaduta nel 2015 ad Adou Ouattara, otto anni, la cui fotografia ai raggi x, dentro una valigia passata alla dogana di Ceuta (località rivierasca in territorio africano, ma appartenente alla Spagna, sullo Stretto di Gibilterra), ha fatto il giro del mondo (Menzione speciale Premio Scenario Ustica 2017).

“Abu sotto il mare”


Poi, domani alle 17, a Cravero, riecco Marta Riservato e Luca Ronga con “Il gatto con gli stivali”, mentre alle 21,  a Sorzento di San Pietro al Natisone, c’è Guascone Teatro – Amerikaos con “Amerikaos”. “E’ la storia –anticipa  il Centro Teatro Animazione e figure di Gorizia – di cinque scalcinatissimi esseri umani, cinque piccoli criminali, ognuno dei quali in fuga per aver commesso un piccolo crimine, che tentano in un tempo lontano di conquistare l’America. Tutta la comicità di Kaemmerle e la sua vena filosofica, il suo umorismo, la sua cattiveria e la sua cialtroneria da sbruffone d’osteria, con la spinta del blues anni Venti, saranno ingredienti incendiari per andare alla scoperta dei più nascosti pertugi dell’animo umano. ‘America! Americaaa Americaa!’ è il grido di chi sognava un futuro migliore. Dopo una caterva di disavventure, si scontreranno con la dura realtà del Nuovo Mondo e una volta infranto il velo del sogno, vorranno irrimediabilmente tornare a casa. Le notizie, i fatti, le citazioni, i luoghi sono tutti veri ma lo spettacolo, come sempre per l’indole di Guascone Teatro, si fa onirico e trasognato, surreale e clownesco”.
Anche in questa occasione il biglietto per “Il gatto con gli stivali” costa 4 euro con prenotazione obbligatoria al 3351753049. Ingresso gratuito invece a tutti gli altri spettacoli.

“Amerikaos”

Informazioni e prenotazioni:
CTA – Centro Teatro Animazione e figure
via Coronini 17, Gorizia
tel. +39 0481 537280 c. 3351753049
info@ctagorizia.it
www.festivaldellevallidelnatisone.net

—^—

In copertina, “Il gatto con gli stivali” dà appuntamento oggi a Cravero.

 

Hits: 54

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento