Se non possiamo – almeno non ancora – viaggiare con l’animo sereno e curioso del turista, ecco che alcuni dei più suggestivi itinerari sul territorio arrivano da noi, nelle nostre case, raccontati da guide d’eccezione, per ritrovare, o scoprire, le suggestioni di paesaggi naturali e urbani, di siti storici e culturali, che hanno ispirato opere di grandi autori del nostro tempo. Questo l’obiettivo del nuovo progetto promosso da Fondazione Pordenonelegge con Regione e PromoTurismoFvg, per abbracciare con un solo sguardo, in otto tappe, un territorio generoso di talenti letterari, e di luoghi capaci di intrigarli: il Friuli Venezia Giulia.

La bellissima Cordovado.

Si intitola infatti “Friuli Venezia Giulia terra di scrittori. Alla scoperta dei luoghi che li hanno ispirati” il progetto di viaggi digitali in calendario ogni sabato da oggi 9 maggio. Ogni settimana alle 10 sarà online, sui siti e canali social di pordenonelegge e PromoTurismoFvg, un video affidato a un autore del nostro tempo, che diventerà Cicerone speciale del suo luogo del cuore. Un modo per approfondire la conoscenza del territorio attraverso la voce, le esperienze e la visione di scrittori che sanno trasmetterci emozioni e sensazioni legate a una regione da conoscere e magari riscoprire. Scorreranno, così, via via, l’affascinante pianura friulana che aveva ispirato a Ippolito Nievo “Le confessioni di un italiano”, riletta da Angelo Floramo. Il Friuli contadino di Padre Turoldo, ripercorso da Gian Mario Villalta; Lignano, piccola Florida nel cuore di Ernest Hemingway nel racconto di Alberto Garlini; la Valcellina magica vista con gli occhi di Mauro Corona, la zona di Valvasone dal fascino medievale cara a Tullio Avoledo, la Trieste misteriosa di trame gialle narrata da Veit Heinichen, le trincee della Grande Guerra che echeggiano nell’opera di Giuseppe Ungaretti rilette da Alessandro Marzo Magno, la Casarsa natìa di Pier Paolo Pasolini riscoperta attraverso la guida di Roberto Carnero.  Gli itinerari sono tutti parte di un articolato progetto che Fondazione Pordenonelegge ha avviato sei anni fa, nel 2014: Pordenonelegge il territorio è un format di turismo culturale concepito per approfondire i luoghi e la loro storia grazie a guide eccellenti, che quei luoghi conoscono e magari hanno già raccontato. Oggi questi viaggi digitali sono un modo per guardare al “dopo” con la speranza di tornare in quei posti, o di vederli per la prima volta: perché immaginarli è bello, ma guardarli con i propri occhi è senz’altro un’esperienza impagabile.

Sulle orme di Ippolito Nievo si partirà, stamane alle 10, per scoprire l’area del basso Friuli con la cittadina di Cordovado e i caratteristici scenari che hanno ispirato Ippolito Nievo per la stesura del suo capolavoro “Le confessioni di un italiano”. La settimana successiva sarà la volta del Friuli di Padre David Maria Turoldo, per ritrovare le atmosfere della sua casa natale nello splendido borgo friulano di Sedegliano. Si proseguirà fra terra e mare sulle tracce del mitico autore di “Addio alle armi”, Ernest Hemingway: un’escursione digitale a Lignano, “piccola Florida” raccontata dallo scrittore statunitense, ancora oggi palpitante del suo ricordo e della mitica visita del ’54. I Viaggi d’autore si spingeranno poi alle radici poetico-letterarie di un grande autore del nostro tempo, Mauro Corona, per scoprire le suggestioni di un paesaggio, la Valcellina e della sua Erto così presente in tutti i suoi libri. L’area della di Valvasone nel cuore del Friuli, sarà esplorata attraverso la guida di un autore originario di quei luoghi, Tullio Avoledo, mentre lo scrittore tedesco Veit Heinichen sarà voce narrante della Trieste del mistero, quella che affiora scavando nelle trame della storia della città, sottotraccia nelle luminose giornate di sole e mare, la Trieste bella e tragica, scolpita nella storia di Miramare e di Massimiliano d’Asburgo-Lorena, nella memoria di Johann Joachim Winckelmann. Riscopriremo ancora i “Paesi di guerra e di versi”, ovvero i luoghi di Giuseppe Ungaretti soldato e poeta in Friuli, da Santa Maria la Longa al monte San Michele, al Parco letterario di Sagrado. Per chiudere con un emozionante pellegrinaggio nel segno di Pier Paolo Pasolini, attraverso il Friuli della tradizione del lavoro e della festa, dai vigneti delle Grave alla città natìa di Casarsa, che ospita il Centro Studi dedicato al grande poeta, scrittore e regista friulano.

E da Trieste per i bambini
oggi c’è Chiara Carminati

E letteratura, ma per i più giovani, oggi sul web anche dal capoluogo regionale. Ultima puntata, infatti, del progetto #iorestoacasaenavigonelmare che pordenonelegge e il Porto di Trieste hanno pensato in quattro appuntamenti di “rime digitali” ispirate dalla raccolta in versi di una delle autrici più note per l’infanzia, Chiara Carminati, “Il mare in una rima” (Giunti 2018), illustrata dai disegni di Pia Valentinis. Stamane alle 11.30 sul canale YouTube del Porto di Trieste e di pordenonelegge e sui social Facebook, Instagram e Twitter ci si potrà tuffare nei versi di Chiara Carminati letti dall’autrice: un video nel quale le poesie sono perfettamente incastonate nel montaggio animato, così i versi diventano un prezioso racconto del mare per i bambini: un filo rosso navigante che li porta a viaggiare con la fantasia, a rievocare immagini poetiche, a conoscere meglio e rispettare il mare e l’ambiente. Il percorso poetico del Porto di Trieste e di pordenonelegge arriva dunque a casa nostra con un carico speciale di emozioni e storie di mare: per navigare insieme in mare aperto, pagina dopo pagina, tra onde, spruzzi e animali marini, con versi, indovinelli e giochi di parole. Per prendere il largo tra le rime e scoprire conchiglie preziose, nuotando alla ricerca dell’origine del mare, fra animali bizzarri, bambini pesce e buffi marinai. Partendo dall’idea che l’esperienza dell’ascolto sia connaturata alla parola poetica, i video diventano così vere e proprie ”fiabe sonore e animate”: si solca il mare, ci si immerge negli abissi e si riemerge con conchiglie preziose, si va alla ricerca di timidi paguri in un susseguirsi di disegni e parole che invitano a un rapporto giocoso e attento col mondo del mare, fuori e dentro di noi. Il Porto di Trieste continua a lavorare, ma aderisce alla campagna #iorestoacasa creando attività online per i più piccini e per i grandi da seguire sui canali social @PortodiTrieste: Youtube, Instagram e Twitter.

Trieste vista da Pia Valentinis.

—^—

In copertina, con lo scrittore Ippolito Nievo si va alla scoperta di Cordovado nella Bassa friulana.

Hits: 132

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com

Lascia un commento