Visits: 5

Sono trascorsi 8 anni da quel 25 gennaio 2016, il giorno in cui Giulio Regeni scomparve in Egitto. Il corpo senza vita del ricercatore friulano fu ritrovato sul ciglio dell’autostrada “Il Cairo – Alessandria” il 3 febbraio successivo, martoriato da evidenti segni di tortura, al punto che la madre Paola dichiarò, dopo il ritrovamento, di aver visto sul suo volto «tutto il male del mondo». È da quel momento che la famiglia Regeni, sempre seguita e sostenuta dalla legale Alessandra Ballerini, cerca e pretende verità e giustizia e finalmente, a seguito di quanto disposto dal Giudice per l’udienza preliminare Roberto Ranazzi e dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha dato il via libera al processo, i quattro 007 egiziani (Tariq Sabir, Athar Kamel Mohamed Ibrahim, Uhsam Helmi e Magdi Ibrahim Abedal Sharif), imputati nel procedimento penale per il sequestro, la tortura e la morte di Giulio, sono stati rinviati a giudizio, come richiesto dal procuratore aggiunto Sergio Colaiocco. La prima udienza, di fronte alla Corte d’Assise di Roma, è fissata per il 20 febbraio prossimo.

Giulio Regeni


Per oggi, 25 gennaio, nell’ottavo anniversario dalla sua scomparsa, è stata programmata una serie di iniziative, organizzate dall’Amministrazione comunale di Fiumicello-Villa Vicentina, in collaborazione con il collettivo Giulio Siamo Noi (che in questi giorni ha portato avanti un progetto sui propri social dedicato al sostegno ricevuto in questi anni dal “popolo giallo” in Italia e nel mondo) e varie associazioni del territorio, per ricordare Giulio e per riaffermare con forza il valore imprescindibile del rispetto dei diritti umani, delle differenze culturali, della libertà e come segno di vicinanza ai suoi famigliari.
La giornata si è aperta al mattino con il Laboratorio “La strada dei sogni” con le Scuole. Mentre alle 19, nel piazzale dei Tigli di Fiumicello, è previsto un intervento del Governo dei Giovani, il flash mob “Tutti i nodi vengono al pettine” e, alle 19.41, il minuto di raccoglimento e la Fiaccolata silenziosa.
Seguirà la Camminata dei diritti che raggiungerà la palestra del Pattinaggio di Fiumicello, in Via Primo Carnera, al cui interno, alle 20.30, si terrà “Parole, Immagini, Musica per Giulio” con Paola e Claudio Regeni, Alessandra Ballerini e la partecipazione di Carlo Bartoli, presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Vittorio Di Trapani, presidente Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Roberto Fico, già presidente della Camera dei Deputati, dei giornalisti Marco Damilano,Giuliano Foschini, Beppe Giulietti e Matteo Macor, delle attrici Lella Costa e Ottavia Piccolo, dell’illustratore Lorenzo Terranera (che firma l’immagine del gomitolo), di Luigi Maria Vignali, direttore generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie, con i contributi video di Pif Il Testimone, dell’attore Andrea Pennacchi e del ciclista Alessandro De Marchi.
La parte musicale della serata è affidata all’ensemble vocale NuVoices Project composto da 9 elementi, evoluzione della precedente formazione Fvg Gospel Choir, diretto e accompagnato al pianoforte dal maestro Rudy Fantin.

La serata, ad ingresso libero – sino ad esaurimento dei posti disponibili – sarà trasmessa anche in diretta streaming dal canale YouTube “Giulio Siamo Noi” https://youtube.com/@giuliosiamonoi4726

—^—

In copertina, il gomitolo simbolo della odierna manifestazione interpretato dall’illustratore Lorenzo Terranera.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com