Views: 8

Bellissime proposte musicali per la giornata domenicale in Friuli Venezia Giulia, dove continuano gli appuntamenti di Friuli Concertante e si conclude Piano City Pordenone. Ecco le proposte in dettaglio.

FRIULI CONCERTANTE – Venti Comuni coinvolti per quarantun concerti in trentuno località, dal 20 giugno al 14 settembre. Sono questi i grandi numeri del festival Friuli Concertante alla sua ottava edizione, la rassegna organizzata dagli Amici della Musica di Udine con la direzione artistica di Luisa Sello che raggiunge quei luoghi unici del nostro territorio per offrire concerti con ospiti internazionali – e in occasioni speciali anche visite guidate ed escursioni -, favorendo sia il turismo estivo che il coinvolgimento del pubblico locale. La rassegna comprende buona parte del Friuli storico, dalle Alpi carniche alla laguna attraversando il Medio Friuli ed il Friuli Collinare. “Di ca e di là da l’aghe”, per riscoprire luoghi unici attraverso l’arte, programmando specifici eventi in base alle unicità dei diversi palcoscenici naturali e degli scenari architettonici in luoghi accuratamente scelti. Con il supporto del Ministero della Cultura, della Regione Friuli Venezia Giulia, della Direzione regionale dei Musei Fvg, dei Comuni coinvolti, della Comunità collinare del Friuli, di Prima Cassa Fvg, di Confindustria Udine, dell’Università degli Studi di Udine, dell’Associazione dimore storiche Italiane, del Club per l’Unesco di Udine ed altri partner, Friuli Concertante ha preso il via con una intensa prima settimana che ha visto i bellissimi concerti di Cividale, Colloredo di Monte Albano e Arta Terme. Doppio appuntamento oggi 23 giugno: il concerto matinée alle ore 7 a Villa Ottelio, in riva al fiume Stella, nell’antico borgo di Ariis a Rivignano Teor con il Trio Donatello in pagine di Haydn e Mozart, e la replica alle ore 18 lungo i bastioni del Baluardo Garzoni di Porta Cividale a Palmanova (per prenotazioni: 0432.922131; cultura@comune.palmanova.ud.it). La programmazione del mese di giugno, ad annunciare un’intensa estate, chiude martedì 25 alle ore 21.00 nella Basilica di Sant’Eufemia a Grado con l’orchestra Naonis-Donatello diretta dal talentuoso direttore d’orchestra messicano Fernando Saint Martin, nell’esecuzione di capolavori di Vivaldi con il flautista americano Tadeu Coehlo. Sarà il “Trio Donatello”, due flauti e violoncello, mercoledì 26 giugno, alle ore 20 nella Casa delle suore della Provvidenza di Orzano, a deliziare il pubblico con composizioni di Mozart e Haydn. I concerti sono ad ingresso libero. Tutte le informazioni ed i programmi su www.amicimusica.ud.it

Il pianista Uri Caine.

@Cifarelli

PIANO CITY PORDENONE – Tutto pronto per la terza e ultima giornata della sesta edizione del Festival Piano City Pordenone, la festa del pianoforte con oltre 80 concerti, 100 pianisti, 23 location diverse tra spazi pubblici, strade, piazze e luoghi privati, e soprattutto una grande partecipazione di persone, appassionati di musica e non, adulti e bambini, residenti e turisti. Per la giornata domenicale sono in programma oltre 30 concerti gratuiti: si inizia alle 10.30 con ben quattro esibizioni in contemporanea di giovanissimi talenti, alcuni neanche ventenni, che nella Loggia del Municipio, e nelle corti di Palazzo Gregoris, Palazzo Loredan Porcia e Palazzo Policreti, si cimenteranno con repertori classici e romantici. Una vera e propria magia in note che avvolge la città e che coinvolge tutti, anche semplicemente chi passeggia o beve un caffè per le vie del centro. Si continua con la musica classica con altri giovanissimi pianisti nelle stesse corti, alla Loggia del Municipio e al Convento di San Francesco con altri giovanissimi pianisti giovani pianisti come il duo del friulano Alessandro Del Gobbo con la giapponese Marlene Tanaka, il duo delle opitergine sorelle Dallagnese, Enrico Mazzola, Gabriele Benvenuto, Camilla Camerotto, Margherita Paulon, Teresa Cassiano e Alberto Schiffo. Alle 12 appuntamento nel convento di San Francesco con le Queen Piano Transcriptions del pianista friulano che unisce classico, jazz e pop Sebastian Di Bin. Alle 16.30, nel Convento San Francesco, torna un appuntamento consolidato del festival con Playful900 – Ritratto di Ferruccio Busoni a cura di Aldo Orvieto: sette giovani pianisti si alterneranno ai tasti in un repertorio di musica classica che omaggia il pianista e compositore considerato una delle maggiori personalità della musica contemporanea, artista visionario che ha saputo innovare e sfidare le convenzioni dell’espressione musicale, un vero simbolo del cambiamento artistico che continua a ispirare generazioni. Stessa location alle 17.30 per il vincitore dell’International Piano Competition Radovljica Kuan-Wei Chen, originario di Taiwan, che fa parte del ricchissimo programma del pomeriggio. Gran finale con l’atteso concerto di Uri Caine dal titolo “Change” che riprende il brano inserito nell’album The Passion of Octavius Catto, opera dedicata a Octavius Catto, attivista per i diritti civili degli afroamericani, assassinato a Philadelphia nel 1871. L’appuntamento è alle 21 in piazza XX Settembre con un musicista ai vertici del jazz contemporaneo da oltre 30 anni, capace di rileggere le sonorità del passato con il presente, mescolando i generi e creando uno stile unico, eclettico e sempre dirompente. Uri Caine ha iniziato a studiare pianoforte classico a 12 anni per poi scoprire i grandi nomi del jazz come John Coltrane e Miles Davis e creare, nel tempo, uno stile davvero libero e difficilmente incasellabile che abbatte i confini tra i generi, mescolando jazz, r&b, classica, funk, gospel. Il Festival è organizzato dal Comitato Piano City Pordenone ETS con la collaborazione del Comune di Pordenone, il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli e di numerosi partner istituzionali e privati.

—^—

In copertina, Villa Ottelio-Savorgnan sul fiume Stella ad Ariis di Rivignano.

, , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com