Visits: 77

Casarsa della Delizia è pronta a premiare i suoi concittadini meritevoli nel corso del 2023: domani, 13 gennaio, si terrà infatti la cerimonia di consegna del 31° Premio Cittadino dell’Anno (assegnato in virtù dell’impegno portato lungo la propria vita dando lustro al nome della stessa Casarsa); del 29° Diploma Humanitas (che premia l’impegno sociale e il volontariato verso il resto della comunità); del 12° Premio Giovane Talento (per l’under 35 che più si è distinto nell’anno appena trascorso). Appuntamento nella sala consiliare del palazzo municipale Burovich de Zmajevich alle 17. Organizzano come di consueto Pro Loco e Forum Democratico, le due associazioni che hanno dato vita al premio nel 1991, in condivisione con la Città di Casarsa della Delizia. Sostegno di Banca 360 Fvg e vicinanza del Comitato Unpli Fvg. Evento aperto al pubblico. Ai vincitori sarà consegnato, oltre all’attestato, il riconoscimento speciale ideato dalla Francescut Marmi, nota azienda del territorio.
«La consegna dei premi è un momento importante della nostra comunità – sottolineano Antonio Tesolin, presidente della Pro Casarsa, e Pierluigi Rosa, presidente di Forum democratico – della quale celebriamo la sua forza e le sue eccellenze nei vari campi professionali, sportivi, artistici, creativi e del volontariato. Ospiti dell’amministrazione comunale che ringraziamo, ancora una volta daremo vita a una cerimonia aperta alla cittadinanza in cui potremo plaudire i vincitori che tanto hanno realizzato per la nostra realtà».

Il Premio Cittadino dell’Anno sarà consegnato a Giuseppe “Bepi” Bazzana, 81 anni. Dopo l’infanzia a San Giovanni di Casarsa, da orfano di padre, nel duro periodo del secondo Dopoguerra ha vissuto anche un’esperienza da emigrante in Svizzera. Ha lavorato in Savio e in Olivetti. Nel 1971 la decisione di mettersi in proprio diventando – con la ditta che ne portava il nome e con sede a Udine – tra i protagonisti in Friuli Venezia Giulia della rivoluzione informatica per le macchine da ufficio, con vendita e assistenza dei maggiori marchi su un territorio che copriva tutta la regione e per un periodo anche in Slovenia e Croazia, gestendo in media 800 clienti l’anno attraverso la sede udinese e le filiali di Casarsa e San Vito. Sua grande passione lo sport, sia in prima persona (prima da calciatore dove fece le fortune della Sangiovannese e poi nel ciclismo e sci) che dal punto di vista dirigenziale. Tramite un inizio nel basket conobbe Enzo Cainero del quale diventò prezioso braccio destro a livello organizzativo per i grandi eventi sportivi curati dal commercialista udinese in Friuli Venezia giulia: settimana Tricolore di ciclismo, campionati italiani di ciclocross, Universiadi invernali e soprattutto le esperienze con il Giro d’Italia di ciclismo, sia maschile (26 tappe tra cui le mitiche sul monte Zoncolan) che femminile (4). Bazzana è stato anche presidente del Gruppo Ciclistico Casarsa per circa 10 anni e presidente regionale del cicloturismo per 3 anni. Molto attivo nel volontariato locale e nel dare una mano a chi ha bisogno, collabora con l’Università della Terza età di San Vito. Risiede a Casarsa.

Il Diploma Humanitas andrà alla Corale Casarsese, istituzione musicale della cittadina presieduta da Gloria Ramuscello. Fondata nel 1977 da un gruppo di amici sostenuti dal cappellano di Casarsa don Battista Del Frari, ha avuto come direttori il maestro Cesare Pradal, che la guidò fino al 1989, il maestro Roberto Gri, fino al 2001, anno in cui la direzione fu assunta dall’attuale direttore maestro Giorgio Molinari. Dal 1990 il coro organizza e patrocina una scuola di orientamento musicale per bambini e adulti, e collabora con le scuole elementari per la diffusione e l’approfondimento dell’educazione musicale. La Corale Casarsese può vantare un vasto repertorio che comprende brani polifonici sacri e profani, spaziando dal folclore friulano e italiano a quello internazionale. Dalla sua nascita la Corale ha tenuto numerosi concerti sia in Italia sia all’estero. Giunti al 46° di fondazione continua la sua collaborazione sul territorio presenziando manifestazioni religiose e non, rassegne ed eventi con impegno costante e collaborativo, con servizio alla comunità per formazione e divulgazione.

Il Premio Giovane Talento andrà all’artista Alessandro Chersovani, 26 anni. Dopo il diploma al liceo artistico Sello di Udine ha iniziato attraverso Instagram a proporre la propria arte, venendo contattato per collaborazioni da grandi marchi come Dolce e Gabbana, Clipper (con gli accendini in edizione limitata da lui firmati), ScuolaZoo, Phobia Archive, SiVola!, UniPosca (al LuccaComics dello scorso anno) e molti altri. Nel 2023 ha pubblicato un libro di poesie illustrate con Rizzoli dal titolo “Reflussi d’Incoscienza”. Ha partecipato al TedXYouth in Calabria e collaborato con l’organizzazione no profit Ponte Uait, un’associazione che funge da aiuto e ospita persone scappate dalla guerra in Ucraina. Inoltre ha raccontato la sua esperienza in varie assemblee d’istituto di scuole del territorio e ai concittadini del Progetto giovani Casarsa.

—^—

In copertina, il centro di Casarsa in una foto Ciol; all’interno, i tre premiati: Bepi Bazzana, Alessandro Chersovani e Corale Casarsese.

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com