Visits: 4

«Il progetto presentato oggi è affascinante e ambizioso e si inserisce con un ruolo di primo piano nell’ambito della programmazione di Nova Gorica Gorizia Capitale europea della Cultura 2025. Intento di questa articolata iniziativa è mostrare l’autentica anima di Gorizia e della nostra regione: un’anima nobile che a un certo punto della storia ha sofferto e che ora guarda al futuro con ottimismo». È questo l’incipit del video messaggio che il vicepresidente con delega alla Cultura, Mario Anzil, ha rivolto a Gorizia alla platea del Teatro “Giuseppe Verdi” dove ieri mattina è stato presentato un ampio progetto, ideato e curato da Marco Goldin, e dedicato al grande Giuseppe Ungaretti e al Carso, dove il giovane poeta toscano combatté durante la Prima guerra mondiale.

Mario Anzil


E proprio citando alcuni versi ungarettiani, Anzil ha ricordato «la profondità del lascito che la storia del Novecento ha impresso su Gorizia “Nel mio cuore nessuna croce manca, è il mio cuore il paese più straziato” – ha rievocato Anzil -, questo dolore dobbiamo essere capaci di mostrarlo, ma con una visione ottimista di rilancio che richiama altri versi “ho tirato su le mie quattro ossa e me ne sono andato come un acrobata sull’acqua”, versi che ci ispirano a credere che con GO!2025 Gorizia e tutta la regione debbano saper cogliere l’opportunità di interpretare le nuove occasioni che il confine offre, un confine che non è più un muro o la fine di qualcosa, bensì una nuova linfa di relazioni, di amicizia e pace tra i popoli. Il Friuli Venezia Giulia può essere testimone di questi grandi valori di frontiera».
“Ungaretti poeta e soldato. Il Carso e l’anima del mondo. Poesia pittura storia” si svilupperà, a partire dal 26 ottobre, con due mostre tra Gorizia (Museo Civico di Santa Chiara) e Monfalcone (Galleria Comunale d’Arte Contemporanea), anticipate da uno spettacolo teatrale che, nel prossimo mese di aprile, si terrà in cinque teatri del Friuli Venezia Giulia oltre che al Teatro Comunale di Treviso. Il progetto dedicato a Ungaretti è promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, da Comuni di Gorizia e Monfalcone, da PromoTurismoFvg, sotto l’egida di “GO!2025”.
«Siamo di fronte a uno dei progetti più importanti tra quelli che la Regione e Gorizia offriranno nel panorama degli eventi per la Capitale europea della Cultura. Due mostre e uno spettacolo che potranno essere rappresentati in più sedi e svilupperanno la memoria storica e geografica di un periodo che ha caratterizzato tutta la regione e i suoi abitanti, ma anche l’Italia e l’Europa intere», ha detto poi l’esponente della Giunta Fedriga.
Secondo il vicegovernatore, «lasciare che sia l’arte a parlare di Ungaretti, dei luoghi e degli eventi che ha vissuto e che lo hanno ispirato equivale a utilizzare il linguaggio che più si avvicina alla poesia e che meglio la interpreta, restituendo così al pubblico un messaggio efficace ed emotivamente coinvolgente. Finalmente entriamo nel vivo di GO!2025 e presentiamo i progetti a cui da tempo tutti i soggetti coinvolti stanno lavorando con grande impegno e a cui va la gratitudine della Regione».
Giuseppe Ungaretti è il testimone letterario di GO!2025 assieme al più grande poeta sloveno, France Prešeren. Le due figure sono legate, oltre che dai versi che li resero celebri testimoni dei loro secoli, rispettivamente Novecento e Ottocento, dalla data dell’8 febbraio, che per Ungaretti è la data di nascita e per Prešeren quella di morte. Proprio l’8 febbraio 2025 sarà inaugurata ufficialmente la Capitale europea della cultura Nova Gorica Gorizia.

—^—

In copertina, una rara immagine di Giuseppe Ungaretti soldato combattente nella Grande Guerra sul Carso goriziano.

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com