Visits: 3

Ai nastri di partenza la programmazione 2024 del Teatro Verdi di Pordenone con la prima alzata di sipario del nuovo anno – oggi 10 gennaio, con replica domani (sempre alle 20.30) – su uno degli eventi di prosa più attesi della stagione teatrale. Il noto attore e regista Filippo Dini dirige in una produzione firmata dal Teatro Stabile di Torino la prima versione italiana del capolavoro del Premio Pulitzer Tracy Letts “Agosto a Osage County”, una commedia inquieta, straripante di personaggi indimenticabili e momenti di autentica crudeltà da cui è stato tratto il celebre film I segreti di Osage County con Meryl Streep e Julia Roberts. Con Filippo Dini, nelle vesti di regista e interprete, protagoniste di questa commedia che indaga complesse dinamiche familiari, Anna Bonaiuto – nel ruolo che sul grande schermo fu proprio di Meryl Streep – e Manuela Mandracchia assieme ad un affiatatissimo e sontuoso cast (Fabrizio Contri, Caterina Tieghi, Stefania Medri, Valeria Angelozzi, Orietta Notari, Andrea Di Casa, Edoardo Sorgente, Fulvio Pepe e Valentina Spaletta Tavella).


Nella contea di Osage, in Oklahoma, la famiglia Weston si riunisce per il funerale del patriarca Beverly, poeta e alcolizzato. Per le donne di casa questo evento tragico sarà l’occasione per ritrovarsi, dando vita a un’emozionante, divertente e tragica resa dei conti. La pièce di Letts, poliedrico e pluripremiato attore e drammaturgo americano, è oggi considerata una delle storie più̀ sarcastiche e impietose sulle disfunzionalità̀ della famiglia. Un viaggio sentimentale tra affetti, dispetti, segreti, cinismo e humour nero. Una madre incattivita da un cancro alla bocca e imbottita di psicofarmaci, tre figlie dalle vite sentimentali alquanto instabili, zii e cugini che nascondono relazioni più o meno lecite.


«Con molti americani – dice l’autore – condivido la storia di famiglie, che hanno forgiato la loro etica dagli anni della Depressione fino al Baby Boom. Condivido il conflitto multigenerazionale e il loro senso di colpa. August: Osage County è il mio tentativo di esplorare questo scisma generazionale». Filippo Dini, con sensibilità cechoviana ci spinge a «guardare, spesso violentemente, il percorso personale di ognuno di noi attraverso le varie epoche suggerite dai diversi personaggi. Questo testo è l’ultimo anello di un filone meraviglioso, quello di Ibsen, di Čechov, di Pirandello e poi di Eduardo: il dramma borghese, che si concentra sulla dinamica familiare. Ma Tracy Letts ci parla della società contemporanea, e dunque può permettersi una crudezza che caratterizza amaramente la nostra epoca», spiega ancora Dini. Grandissimo teatro, tra gli spettacoli più belli e intelligenti visti negli ultimi anni.
La Stagione del Verdi è ripartita ufficialmente già ieri con l’incontro pubblico con protagonista la consulente artistica teatrale Claudia Cannella che ha svelato alcune curiosità sugli spettacoli del cartellone di Prosa e Nuove Scritture del nuovo anno: dopo l’atteso “Agosto a Osage County” si passerà a Massimiliano Speziani che il 25 gennaio porterà sul palco del Verdi “Il Memorioso”, fino ai due impareggiabili maestri del teatro Umberto Orsini e Franco Branciaroli, nello spassoso “I due ragazzi irresistibili” (in scena il 14 e 15 febbraio) e il ritorno di Tindaro Granata, che in “Poetica” (23 febbraio) elabora in scena le poesie di Franco Arminio. L’ingresso è gratuito.

Info e biglietti in biglietteria (Tel 0434 247624) e su www.teatroverdipordenone.it
Dalle 19 è aperto il Caffè Licinio per un aperitivo o per un buffet pre-spettacolo: prenotazioni in biglietteria.

—^—

In copertina e all’interno alcune scene dello spettacolo e la consulente artistica per la prosa del Teatro Verdi Claudia Cannella.

, , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com