Views: 7

A Pordenone si avvia all’ultimo appuntamento il progetto “Il tempo della gentilezza” ciclo di incontri promossi, con grande successo e partecipazione di pubblico, dalla Storica Società Operaia di Pordenone grazie alla curatela di Silvana Vassilli e alla realizzazione con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Pordenone e di Itas Assicurazioni, in collaborazione con Aiab, Associazione Italiana Agricoltura Biologica FVG.
Oggi, alle 18, a Palazzo Montereale Mantica, in collaborazione con la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, il tema “La gentilezza in economia” sarà approfondito dall’ultimo prestigioso ospite della rassegna, il professore Dipak Raj Pant, antropologo ed economista, libero docente in varie Università internazionali, che esporrà l’importanza dell’economia “gentile”, ovvero dell’economia realmente “sostenibile”, per il nostro sistema economico e sociale. L’analisi del professore parte dalla constatazione che l’economia convenzionale basata sulla crescita infinita non è più sostenibile. Le aspettative di crescita continua e un’incondizionata fiducia nel progresso tecnico hanno avuto costi ambientali, sociali e di efficienza economica. Per promuovere lo sviluppo economico di una società, l’economia va dunque riprogettata e rinvigorita in chiave qualitativa, minimalista, circolare, localista e biotica, se si vuole salvaguardare l’integrità dell’ecosistema, l’efficienza economica e l’equità sociale.
Dipak Raj Pant è stato il fondatore dell’Unità di Studi Interdisciplinari per l’Economia Sostenibile (Interdisciplinary Unit for Sustainable Economy) presso l’Università Liuc di Castellanza (Varese), il primissimo centro di studi sull’economia sostenibile in Italia (quando la “sostenibilità” non era ancora di moda) ed è stato il coordinatore del centro dal 2000 fino al 2017. Ha lunga esperienza come consulente di strategie per la sostenibilità e come formatore di imprenditori e dirigenti delle organizzazioni non governative, imprenditoriali e caritatevoli (Ong).
Senior fellow della “Society for Applied Anthropology” (Usa), è stato visiting professor in diversi atenei in Brasile, Cina, Germania, Gran Bretagna, India, Perù, Russia, Spagna, Stati Uniti d’America, Svezia e Taiwan. Ha condotto ricerche sul campo nelle zone più remote e marginali del pianeta (Ande, Caucaso, Himalaya, taiga e steppe della Mongolia, savana tropicale e deserto di Kalahari in Africa) e ha coordinato vari progetti di sviluppo sostenibile in Italia ed estero.
Ha pubblicato articoli e libri sulla sostenibilità. Disponibile anche in italiano il saggio “Antropologia e Strategia: Saggio sull’essere umano e sull’economia sostenibile” (edizioni Guerini Scientifica, Milano 2004). Nativo del Nepal e cittadino naturalizzato italiano dal 1994, ha avuto la sua prima formazione come allievo-ufficiale dell’aeronautica militare indiana (Indian Air Force); in seguito, ha completato studi universitari in India ed Europa. Oggi vive per buona parte dell’anno in Val Sesia, Piemonte. L’incontro è ad ingresso libero.
Info sul web: www.somsipn.it e sulle pagine social Facebook e Instagram

—^—

In copertina, il professor Dipak Raj Pant che parlerà alla Somsi Pordenone.

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com