Visits: 10

“Assieme ai vertici di Arpa Fvg ho condiviso la necessità di predisporre un focus per i Comuni rivieraschi interessati dalle opere di rispristino del litorale danneggiato dalle mareggiate dell’autunno 2023. Ammontano a oltre 20 milioni di euro i fondi che la Regione ha disposto per garantire la ripartenza della prossima stagione estiva e l’intento è di avvisare gli amministratori e gli enti in anticipo dell’imminenza di fenomeni climatici potenzialmente dannosi, per prevenire gli effetti sui lavori in corso da Muggia e Trieste, fino a Grado e Lignano”. Lo ha annunciato ieri mattina l’assessore alla Difesa dell’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Fabio Scoccimarro, il quale, a margine del seminario sulla vigilanza ambientale in Friuli Venezia Giulia, ha incontrato il direttore generale e i funzionari dell’Agenzia per la tutela dell’ambiente per ricevere “il quadro delle mareggiante dello scorso weekend e concordare una linea per i prossimi tre intensi mesi di lavori lungo le nostre coste. La Regione da parte sua ha già impostato un sistema sperimentale di comunicazione circolare delle informazioni meteo specifiche che sta dando ottimi risultati: il responsabile dei lavori crea sempre una chat con tutti gli attori, tramite la quale li informa degli avvisi meteo. Lo scopo é multiplo: evitare di esporre lavoratori a rischi, danni ai macchinari e soprattutto lavori non resi bene perché eseguiti con maltempo”. “Servirà ancora qualche giorno per quantificare i danni di questo fine settimana – conclude l’assessore -, dove sulle nostre coste è spirato un intenso vento di scirocco-libeccio. I danni per ora paiono limitati anche a Grado e Lignano grazie al lavoro di accumulo effettuato e livellamento del fondo che ha disperso l’energia delle onde”.

—^—

In copertina, gli effetti di una mareggiata sulla spiaggia di Grado; all’interno, l’assessore regionale Fabio Scoccimarro con i vertici dell’Arpa Fvg.

, , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com