Visits: 8

È tutto pronto per la terza stagione del Teatri Stabil Furlan, l’ente professionale di produzione teatrale che promuove la cultura e la lingua friulana. La programmazione prenderà il via con il concerto vocale “Memoria. Cantata a Pier Paolo Pasolini”. L’evento, realizzato in collaborazione con il festival Suns Europe, è in programma il 14 ottobre, alle 18, nel Foyer del Teatro Nuovo Giovanni da Udine. A esibirsi saranno le “Anutis”, un progetto internazionale (Friuli, Croazia, Portogallo) nato nell’estate del 2022 grazie all’incontro speciale delle voci di Juliana Azevedo, Caterina De Biaggio, Laura Giavon e Alba Nacinovich con Giovanna Marini, che con grande generosità ha guidato le giovani cantanti alla scoperta della sua musica e della tradizione popolare del territorio italiano. La loro ricerca vocale, date le eterogenee estrazioni musicali delle componenti (dalla classica al jazz, passando per il fado, la canzone napoletana, l’improvvisazione libera e la musica antica) non preclude alcuna scelta stilistica, ma vuole incontrare le diverse forme musicali partendo da un suono unico, terreno e che richiama a un passato che ci riguarda tutti da vicino.
Nel concerto il programma prevede canti in friulano e in italiano, comprese le musiche che Giovanna Marini scrisse per lo spettacolo “I Turcs tal Friul” nell’edizione di Elio De Capitani del 1996. Le musiche portate in scena saranno dunque quelle di Giovanna Marini e Paola Nicolazzi, mentre i testi saranno quelli originali di Pier Paolo Pasolini, accompagnati da altri di Giovanna Marini, come detto, e Belgrado Pedrini.

Pier Paolo Pasolini

TAVOLA ROTONDA – Come ormai consuetudine per gli appuntamenti della stagione del Tsf, ad anticipare la serata ci sarà anche una tavola rotonda (a ingresso libero) prevista per oggi, 13 ottobre, alle 18, al Caffè Caucigh (via Gemona, 36) di Udine. Assieme al presidente di Tsf, Lorenzo Zanon, al direttore artistico Massimo Somaglino e al direttore artistico di Suns Europe Leo Virgili, ad approfondire le tematiche artistiche del progetto ci saranno anche Valter Colle, Cristiano Dell’Oste e il quartetto “Anutis”.

STAGIONE 2023/2024 – Questo primo evento darà il via a una stagione che si comporrà di sette appuntamenti, facendo tappa sul territorio, abbracciando le celebrazioni di centenari attraverso nuove drammaturgie; traduzioni e riallestimenti di altre lingue minoritarie; nuovi progetti che danno spazio a creatività e perfino aperture all’avanguardia teatrale. «È una stagione particolarmente interessante, quella che abbiamo in programma. Inauguriamo questo terzo anno in musica, per proseguire con tanti spettacoli, tutti molto diversi fra loro, espressione dell’attenzione riservata alla proposta artistica, attraverso la quale abbiamo potuto raggiungere un pubblico ampio e variegato, già nelle prime due stagioni», ha spiegato il presidente Zanon. Il cartellone 2023/2024 proseguirà nel segno della condivisione e collaborazione con i molti partner e attraverso un forte senso di radicamento al territorio. Tutto sotto il cappello di un unico titolo: “Gnûfs spazis, slargjadis visuâls. La gnove sene furlane” (Nuovi spazi, ampie vedute. La nuova scena friulana). Una novità che il direttore artistico, Massimo Somaglino, ha commentato così: «È un titolo complicato, ma rappresenta bene quel che è: ancora in assenza di una sede operativa stabile, facciamo della nostra itineranza, un punto di forza; guardando oltre; e cercando di operare per il rinnovamento».

NUOVI SPAZI – Da sottolineare, per la nuova stagione, anche la ricerca di nuovi spazi artistici e di fruizione. Tsf tornerà nella sua “casa putativa”, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, non abitandone solo il canonico palcoscenico. E se il Palamostre sarà location irrinunciabile, da segnalare che ci sono tre spazi completamente nuovi: l’auditorium Zanon; il teatro Luigi Bon di Colugna e il Museo Etnografico di via Grazzano, in un esperimento di lunga tenuta, piuttosto raro oggi in città.

Fondato nel 2019 su iniziativa del Comune di Udine, il Teatri Stabil Furlan è un’Associazione Culturale riconosciuta dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, che ha come soci fondatori il Comune di Udine, l’ARLeF – Agjenzie regjonâl pe lenghe furlane, la Società Filologica Friulana, la Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il CSS Teatro Stabile di innovazione del FVG, la Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe, l’Istitût Ladin Furlan Pre Checo Placerean, e come scopo statutario l’attività di produzione e circuitazione di spettacoli teatrali professionali che valorizzino la lingua e la cultura friulane utilizzando la lingua friulana o di altre minoranze linguistiche e che abbiano caratteristiche di professionalità in tutte le loro componenti artistiche, tecniche ed organizzative.

Tutte le informazioni sugli spettacoli, i biglietti e gli abbonamenti sono sul sito www.teatristabilfurlan.it (info@teatristabilfurlan.it, 392.3273719). La biglietteria è al CSS Teatro Palamostre (da lunedì al sabato, dalle 17.30 alle 19.30. Info: 0432.50692; biglietteria@cssudine.it), oltre che nelle sedi degli spettacoli a partire da un’ora prima dell’inizio. Gli aggiornamenti e tutte le novità sono reperibili anche sulle pagine Facebook e Instagram del Teatri Stabil Furlan.

—^—

In copertina e qui sopra il quartetto “Anutis” che si esibirà domani a Udine.

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com