Visits: 92

(g.l.) Tre libri belli e interessanti, oggi e domani, a Udine e a Gemona. Vediamo, allora, in dettaglio di che cosa si tratta.

UDINE – Cominciamo con l’incontro organizzato dal Caffè Letterario Udinese per questo pomeriggio, alle 18.15, nelle sale della Caffetteria da Romi – Al Vecchio Tram di piazza Garibaldi, a Udine. Sarà presentato il libro dal titolo “L’uomo delle stelle” della scrittrice friulana Monica Piovesan, la cui trama si snoda tra ricordi, speranze e rinascita per testimoniare che la vita è un mistero tutto da vivere. L’intervista all’autrice e la conduzione del dibattito che ne seguirà saranno a cura della presidente dell’attivissimo sodalizio culturale cittadino, Maria Sabina Marzotta, la quale anticipa che “sarà una piacevole occasione per vivere i nostri spazi culturali”.

GEMONA – A Ospedaletto di Gemona, nella sala parrocchiale del Priorato di Santo Spirito, sempre questo pomeriggio, alle 18, sarà presentato il libro “Superstizione tra Malasorte, Ragione, Sorte e Paura” di Floreana Nativo. Dialogheranno con l’autrice Silva Ganzitti e Giuseppe Fiorica. L’incontro è inserito nell’ambito delle iniziative di Agenda 2030 delle Nazioni Unite per la sostenibilità.

UDINE“Dolomiti, alte vie per l’anima” è, infine, il titolo del libro di Cristina Noacco, componente del Club per l’Unesco di Udine, che sarà presentato domani, 16 giugno, alle 20.45, nella sala della Società Alpina Friulana, in via Brigata Re 29, a Udine. «Nello scenario del vasto massiccio riconosciuto Patrimonio dell’Umanità, questo racconto – si legge in una breve presentazione del libro – descrive tre itinerari compiuti dalla narratrice un’estate dopo l’altra, rispettivamente sui passi di una guida di montagna, in ricordo di una storia d’amore e in cerca di una nuova relazione, spirituale, con la natura. I paesaggi attraversati rivelano via via il loro passato geologico, la preistoria e la storia delle Dolomiti, la relazione fra l’uomo e la montagna e il desiderio di elevazione che le guglie ardite e le moli imponenti ispirano. I tre percorsi del racconto intrecciano dunque storia personale e ambientale, e rappresentano altrettante aspirazioni alla conoscenza, all’amore e al sublime. Durante l’ultimo viaggio, un incontro trasforma la ricerca di elevazione in desiderio di comunione, liberando un’inclinazione della narratrice che era prigioniera delle sue paure».

I tre incontri beneficiano della collaborazione del Club per l’Unesco di Udine, presieduto da Renata Capria D’Aronco.

—^—

In copertina, la bella immagine con cui si presenta il libro sulla Superstizione.

 

 

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com