Visits: 57

«Oggi abbiamo iniziato da Grado, ma andremo anche a Lignano e a Muggia per verificare direttamente i danni subiti dalle strutture turistiche a causa delle ultime mareggiate che hanno colpito le coste del Friuli Venezia Giulia. L’Amministrazione regionale è pronta a sostenere economicamente gli importanti interventi che vanno pianificati in tempi stretti. Siamo certamente preoccupati per le tempistiche necessarie per rimettere queste località in condizione di affrontare al meglio la prossima stagione estiva». Lo ha affermato l’assessore alle Attività produttive e al turismo Sergio Emidio Bini che, per toccare con mano gli effetti delle ultime ondate di maltempo, a Grado ha incontrato il commissario del Comune Augusto Viola e i vertici della Grado impianti turistici (Git), i quali hanno stimato danni che complessivamente si aggirano attorno ai due milioni di euro. E il maltempo purtroppo continua, tanto che anche per oggi c’è allerta rossa con possibilità di altre mareggiate e ancora acqua alta.

«È fondamentale sincerarsi di persona rispetto gli interventi che urgentemente vanno messi in campo – ha sottolineato l’esponente della Giunta Fedriga -. Dopo una precisa quantificazione dei danni, andranno individuate le procedure più rapide. La Regione sarà comunque al fianco degli amministratori locali e degli imprenditori anche in questa importante partita». L’occasione è stata propizia anche per fare il punto con il commissario Viola su alcune opere strategiche per lo sviluppo della località turistica. «Abbiamo fortemente voluto questo incontro conoscitivo anche perché sono numerose le collaborazioni in atto fra Regione e Comune. In primis – ha aggiunto Bini – il progetto per le nuove Terme marine. Prevediamo infatti di avviare i lavori del secondo lotto funzionale nel 2024, intervenendo sulla struttura esistente con un finanziamento che si aggira sui 3,5 milioni di euro. L’obiettivo – ha precisato l’assessore – è quello di rendere disponibili nuovi servizi alla clientela». E ha aggiunto: «Grazie al completamento del primo lotto da 5,5 milioni di euro, dedicato al risanamento conservativo della parte esistente e al rinnovamento degli spazi per le prestazioni sanitarie, e ai lavori in programma nell’immediato futuro, entro la stagione estiva 2025 vogliamo presentare un complesso in grado di fornire servizi e prestazioni di qualità elevata. Il tutto in attesa del completamento del già programmato ampliamento delle terme».

Nel corso dell’incontro con il commissario incaricato di gestire il Comune in attesa delle elezioni amministrative di primavera si è parlato inoltre del nuovo parcheggio del polo termale che sarà realizzato con un investimento del Comune di Grado in contemporanea con i lavori di ampliamento. Con i vertici della Git, guidati dal presidente Roberto Marin, l’assessore Bini ha visionato infine i progetti di miglioramento delle aree e delle strutture gestite dalla spa. “È prioritario – ha ricordato l’assessore – ammodernare i servizi essenziali per i tanti turisti che frequentano l’Isola del sole, potenziando inoltre le attività di wellness che hanno reso questa località famosa in tutta Europa».

—^—

In copertina, l’assessore regionale Bini sulla spiaggia con il presidente Marin; all’interno, con il commissario Viola e durante incontri tecnici.

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com