Visits: 65

Dopo la pausa ferragostana, sono ripresi, sotto il tiglio della Biblioteca “Elsa Buiese”, gli incontri della rassegna letteraria “Polifonie friulane al chiar di luna” organizzata dal Comune di Martignacco in collaborazione con il Fai Delegazione di Udine. Il ciclo di incontri, voluto dall’assessorato comunale alla cultura, ha ricercato la collaborazione del Fondo per l’ambiente udinese proprio perché tutti gli incontri sono nati con un filo conduttore comune: il territorio del Friuli Venezia Giulia in un’ottica polifonica, appunto, che ha dato spazio a svariate interpretazioni dello stesso tema. Il compito di condurre tutti gli incontri è stato affidato a Martina Campagnolo, scrittrice e appassionata di letteratura, che
con grazia e disinvoltura ha saputo mettere in luce i testi presentati e creare la giusta atmosfera tra il pubblico e gli autori.

Angelo Floramo


Ospiti degli incontri diversi scrittori del panorama letterario friulano, tra cui Mauro Tonino con “Il segreto di Bertrand de Saint-Genies”, Antonella Favaro, Domenico Pecile, Massimo De Liva e Nicola Skert che, attraverso i propri romanzi, saggi, raccolte di racconti, hanno saputo interpretare il territorio nelle sue molteplici sfumature. Oltre a dar voce a personaggi enigmatici, attraverso i loro scritti, hanno saputo narrare anche l’enogastronomia del territorio, luoghi intriganti per storia e cultura, talvolta pressoché misconosciuti al pubblico. Nell’ultimo incontro assieme a Domenico Pecile e a Nicola Skert, affabile oratore, presente con il suo libro giallo “Ultima fermata Misincinis” e “Fricokiller” – raccolta di racconti di
autori vari -, entrambi pubblicati da Morganti Edizioni, oltre al dialogo sui libri, si è potuto affrontare anche il tema della diversità del genere umano, con cenni alla Sindrome di Asperger e ai suoi correlati.
La rassegna di incontri letterari ora proseguirà fino ai primi giorni di settembre e vedrà tra i prossimi protagonisti anche Walter Tomada, giornalista e scrittore, collaboratore dell’Arlef che si impegna attivamente per la promozione e la diffusione della cultura e della lingua friulana (30 agosto, alle ore 20.30) con “Storia del Friuli e dei Friulani” (Edizioni Biblioteca dell’Immagine). Mentre, giovedì 7 settembre sarà protagonista della serata conclusiva Angelo Floramo con il suo ultimo libro “Vino e Libertà” edito da Bottega Errante. La prima edizione di questa rassegna letteraria ha già ricevuto numerosi apprezzamenti dalla critica, sia per la varietà di temi trattati che per la ricchezza di autori e titoli proposti.

—^—

In copertina, il giornalista e scrittore Walter Tomada atteso il 30 agosto.

, , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com