Visits: 5

Torna pordenonelegge, dal 13 al 17 settembre, con ben 334 incontri in cartellone e 570 protagonisti italiani e stranieri: il ricchissimo programma della 24ma edizione sarà consultabile online proprio da oggi, 4 agosto, giorno per giorno, nella homepage del sito pordenonelegge.it. La manifestazione letteraria, promossa da Fondazione Pordenonelegge.it si caratterizza per le sue anteprime e novità: sono 62. Firmate da autrici e autori internazionali che hanno scelto quest’anno il festival per presentare il loro nuovo libro.

Il Premio letterario Fvg
a Mariolina Venezia

Intanto, va alla scrittrice Mariolina Venezia (nella foto) la 4a edizione del Premio Letterario Friuli Venezia Giulia “Il racconto dei luoghi e del tempo”, istituito dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia con Fondazione Pordenonelegge.it: lo ha annunciato a Trieste la Giuria del Premio, guidata dal presidente della Regione Massimiliano Fedriga, composta anche dal vicepresidente e assessore regionale alla Cultura e allo Sport Mario Anzil e dal direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta con i curatori Alberto Garlini e Valentina Gasparet. «Il conferimento – spiegano le motivazioni – sottolinea la dimostrata capacità di Mariolina Venezia di percepire l’anima di un luogo reale, e reinventare quel luogo con una sensibilità personalissima, critica e allo stesso tempo pronta a lasciarsi affascinare. Attenta a ciò che la disturba, reagisce con inconfondibile stupore a ciò che porta i segni del tempo e della vita. Così è stato per la città di Trieste, alla quale ha dedicato pagine intense e frizzanti, con uno sguardo originale e una disarmante verità personale. Trieste, che già nelle parole di uno dei suoi più grandi autori, ha una “scontrosa grazia”, è visitata da una scrittrice non molto accomodante, che percepisce più immediatamente l’aggettivo scontrosa e solo alla fine intuisce – o immagina di intuire, o vuole far intuire a noi – la grazia di una città impareggiabile».  Mariolina Venezia riceverà il Premio Letterario Friuli Venezia Giulia Il racconto dei luoghi e del tempo in occasione della 24ma edizione di pordenonelegge Festa del Libro con gli Autori, sabato 16 settembre alle 17, nell’Auditorium della Regione. Nell’occasione presenterà il racconto inedito Ritorni, che l’autrice della saga di Imma Tataranni, personaggio fra i più popolari e amati dal grande pubblico, dedica a Trieste, e che uscirà per le edizioni Italo Svevo. Nel racconto affiora il disamore per la città, accumulato negli anni: ma è un sentimento che si interroga e cerca vie d’uscita, in un andirivieni continuo tra la propria storia personale e quella di Trieste, e finisce per trasformarsi – se non in amore – in una porta riaperta: un testo fortemente autobiografico con una intensa “presa diretta”, corpo a corpo con la città.

Ecco il Piccolo dizionario
della nuova generazione

C’è la A di Amicizia (un puzzle composto da pochi pezzi che si incastrano in maniera assurda, un mantello pazzesco con i superpoteri che ti protegge …) e la A di Amore (ne sentiamo parlare, ci affascina, ma non lo capiamo al 100% ..), c’è la A di Altalena, in chiave tangibile ma anche “allegorica” (rappresenta l’avventura del nostro esistere), e quella di Ansia: una preoccupazione che arriva nel momento in cui si fa o si deve fare qualcosa che ci spaventa o preoccupa come una verifica o una competizione sportiva. Di lettera in lettera, di parola in parola, si arriva fino alla V di Viaggio, sviscerato in tutte le sue sfumature: dallo spostamento concreto a quella che diventa un’esperienza per distaccarsi dalla realtà o percorso che si compie nell’universo dell’immaginazione. Sono solo alcune voci di un glossario imperdibile per chiunque voglia saperne di più sulle ragazze e i sui ragazzi che sono ormai generazione Alpha, 11-14enni che si affacciano alla vita e cercano di raccontarla e immaginarla. Con le loro parole, definizioni che catturano stati d’animo, abitudini, familiarità, occhi aperti sul proprio mondo e su quello che resta da scoprire. A pordenonelegge 2023 arriva così il Piccolo dizionario (immaginario) delle ragazze e dei ragazzi, un vocabolario che diventa anche Atlante affettivo generazionale e che riunisce – e racconta – le parole più “urgenti” e significative di chi sta entrando nell’adolescenza e si affaccia verso il futuro.
Promosso da Fondazione Pordenonelegge.it, coordinato dal direttore artistico Gian Mario Villalta con la curatrice di pordenonelegge Valentina Gasparet, il progetto è stato realizzato con la partecipazione straordinaria del linguista Giuseppe Antonelli, nel corso dell’ultimo anno scolastico: oltre 800 studenti delle Scuole Secondarie di I Grado della città e del territorio hanno preso parte all’iniziativa, lavorando a scuola con i loro insegnanti. Il risultato – un dizionario con una settantina di voci “care” e di primario riferimento per ragazze e ragazzi – sarà presentato in anteprima alla 24ma edizione di pordenonelegge, in timing perfetto con lo squillo della campanella che riporterà in classe le ragazze e i ragazzi, venerdì 15 settembre, alle 9.30 in Piazza della Motta. Il Piccolo dizionario (immaginario) delle ragazze e dei ragazzi è consultabile e scaricabile nella sezione dedicata nel sito www.pordenonelegge.it

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com