Visits: 12

Ci siamo! È arrivato il momento del Concertone di Suns Europe, il festival delle arti in lingua minorizzata organizzato annualmente dalla cooperativa Informazione Friulana, editrice di Radio Onde Furlane, con il sostegno finanziario del Ministero della Cultura, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dell’ Agjenzie regjonâl pe lenghe furlane e la collaborazione di numerosi altri soggetti pubblici e privati. Il momento più atteso del festival, in programma oggi, alle 21, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, incornicerà così una importante programmazione che è cominciata a giugno con Suns Europe Istât e si chiuderà il 28 ottobre, a Codroipo, con un concerto del musicista Devid Strussiat, che si esibirà durante le premiazioni della 44ma edizione del “San Simon”, il principale concorso dedicato alla letteratura in lingua friulana, organizzato dal Comune di Codroipo.

Foto © 2022 Luca Chiandoni

IL CONCERTONE – Il concerto quest’anno vedrà esibirsi Dania O. Tausen, che con la sua corteccia pop, soul e rock, trattiene a stento l’amore per la propria lingua e la tradizione popolare delle isole Faroe. Ma ci sarà anche la indie pop band catalana Mishima, il cui suono è il punto d’incontro fra il british rock degli anni '80 e la poetica dei grandi chansonnier francesi, uno dei gruppi più prestigiosi della scena musicale catalana contemporanea. Arriverà a Udine pure Ødei, rapper dalle tinte scure e dai versi potenti, uno degli artisti più conosciuti di Ipar Euskal Herria (Paese Basco francese). Vincitrice dell’edizione 2023 del Drèents Liedtiesfestival, il più importante festival della canzone dreents, Lisa Harms porterà a Suns Europe la morbidezza della sua voce e la tenue melodia della sua tromba. Un suono tagliente e una serie di riff esplosivi sono invece gli ingredienti dei Chroma, giovane band che giunge insospettabilmente dalle placide campagne del sud del Galles. Per il Friuli, in questa edizione numero nove, ci sarà Devid Strussiat, cantautore la cui poetica rotola costantemente alla ricerca di un’armonia fra luomo e la natura. Da segnalare infine che la serata vedrà anche degli ospiti speciali esibirsi a Suns Europe: stiamo parlando degli FLK (Friuli), indispensabile catalizzatore di una generazione, quella anni ’90, dalla forte sensibilità sociale e politica che con il loro nuovo album “30”, festeggiano il loro trentennale. L’intera serata – in diretta radiofonica su Radio Onde Furlane dalle 21 alle 23, condotta da Mauro Missana – sarà presentata da Michele Polo e Marianna Tonelli. I biglietti possono essere acquistati sul sito www.vivaticket.it e nelle rivendite autorizzate Vivaticket e alla biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine (anche oggi dalle 16 alle 19).

CONCERTO ANUTIS – Sempre oggi, alle 18, il Foyer del Teatro Nuovo Giovanni da Udine ospiterà il concerto del quartetto “Anutis”: “Memoria. Cantata a Pier Paolo Pasolini”, organizzato in collaborazione con il Teatri Stabil Furlan. In un’epoca in cui la difficoltà di dire e di raccontare pervade il cuore e raggiunge la voce, quattro giovani cantanti accomunate da simili domande e tormenti rivisitano la “Cantata in memoria di Pier Paolo Pasolini” di Giovanna Marini, mai così attuale. La musica di una compositrice, eseguita da quattro giovani voci controcorrente e dedicata a uno dei più grandi artisti e liberi pensatori del ‘900.

SUNS EUROPE ISTÂT – Il programma autunnale del festival chiude un’edizione di Suns Europe davvero ricca di appuntamenti che durante la stagione estiva ha proposto i concerti di Martina Iori Quintet (Ladinia) a Muzzana del Turgnano, Cûr di veri (Friuli) a Mereto di Tomba, Rivocs (Friuli) a Cormons, Lontras (Galizia) e Franco Giordani (Friuli) a Lavariano, Ziztada Rlantz (Paese Basco) a Romans d’Isonzo,  Mar Grimalt e Ada Elionor (Paesi Catalani) a Santa Margherita del Gruagno, Mar Grimalt (Paesi Catalani) e Massimo Silverio (Friuli) a Udine,  Arnau Obiols (Paesi Catalani) a Cludinico di Ovaro, Urtie (Friuli) a Udine e Dje Baleti (Occitania) a Ligugnana di San Vito al Tagliamento.

BIO ARTISTI

DANIA O. TAUSENLe misteriose isole Faroe sono il centro del mondo di quest’artista che spazia senza soluzione di continuità fra musica e poesia. Nelle canzoni di Dania O. Tausen le piccole cronache quotidiane sono il pretesto per entrare nel mondo di un’artista che, sotto una corteccia pop, soul e rock, trattiene a stento l’amore per la propria lingua e la propria tradizione popolare.

MISHIMALa indie pop band Mishima nasce a Barcellona nel 1999. Questo quintetto comincia ad esibirsi nei locali della capitale e nel corso di un decennio diventa una delle colonne portanti della musica alternativa catalana. Riconoscibile per le tinte baritonali della voce del frontman David Carabén, il suono dei Mishima è il punto d’incontro fra il british rock degli anni ‘80 e la poetica dei grandi chansonnier francesi.

ØDEINella mitologia basca Odei è il dio delle tempeste. Un nome a dir poco azzeccato per questo rapper dalle tinte scure come la notte e dai versi potenti come il tuono. Odei Barroso ha cominciato a scrivere versi a 13 anni ed oggi, oltre ad essere uno degli artisti più conosciuti di Ipar Euskal Herria (Paese Basco francese) è un noto bertsolari, gli improvvisatori di versi poetici della tradizione basca.

LISA HARMSLisa Harms è la vincitrice dell’edizione 2023 del Liedtiesfestival, il più importante festival della canzone dreents. “Tot de zun uut pour” (fino alla scomparsa del sole) è il titolo della canzone che eseguirà a Suns Europe. La morbidezza della sua voce e la tenue melodia della sua tromba si adagiano comodamente sul tappeto di una languida ballata acustica. Un toccante omaggio al padre scomparso quando Lisa era ancora molto giovane.

CHROMAUn suono tagliente e una serie di riff esplosivi sono gli ingredienti di questa giovane band che giunge insospettabilmente dalle placide campagne del sud del Galles. Già in cartellone negli importanti festival di Leeds e Reading ed in rotazione nelle principali radio del Regno Unito i Chroma sono il perfetto connubio fra un sound garage rock minimale e una visione del mondo ostinatamente femminile.

DEVID STRUSSIATContadino, intellettuale, agitatore culturale, promotore di festival ed artista di land art… con queste esperienze alle spalle Devid Strussiat non poteva non essere anche un eccellente cantautore. Lo stile delle sue composizioni risente indubbiamente degli anni di militanza nella band psychedelic folk dei Salici, mentre la poetica delle sue canzoni rotola costantemente alla ricerca di un’armonia fra l’uomo e la natura.

FLK (Ospiti)Se gli anni ‘90 sono stati fra i più dirompenti per la rielaborazione di una nuova cultura friulana gli FLK ne sono indubbiamente la colonna sonora. “My Sarajevo”, “Ratatuie”, “Tu tramontis” sono stati l’indispensabile catalizzatore di una generazione dalla forte sensibilità sociale e politica. Dagli esordi alla prima lunga “pausa di riflessione” è trascorso il tempo di sette album via via sempre più raffinati e carichi di poesia. La scorsa estate hanno finalmente deciso di tornare sui palchi. Ne avevamo davvero bisogno!

Suns Europe (da giugno a ottobre 2023) è il festival europeo delle arti performative in lingua minorizzata (termine che indica le lingue cui viene negata la possibilità di essere utilizzate in maniera normale e paritaria in tutti gli ambiti della vita quotidiana). Nato nel 2009 in Friuli, cuore multilingue dell’Europa, Suns (friulano: suoni) era un concorso musicale per le comunità minoritarie dell’Europa alpino-mediterranea. Il festival si è poi evoluto in Suns Europe, un luogo di incontro e di scambio tra artisti di gruppi linguistici minoritari del continente e un’occasione per tutte le comunità europee di prendere coscienza dei propri diritti linguistici, nonché dell’importanza del pluralismo culturale come patrimonio, diritto e opportunità per tutti, in Friuli e non solo. Il Festival è organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana, editrice di Radio Onde Furlane col sostegno finanziario del MiC – Ministero della Cultura, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane e si avvale della collaborazione di numerosi soggetti pubblici e privati quali l’Istituto Basco Etxepare, i Comuni di Udine, Codroipo, Mortegliano, Moruzzo, Muzzana del Turgnano, Romans d’Isonzo e San Vito al Tagliamento, il Teatri Stabil Furlan, le associazioni Stichting REUR (Bassa Sassonia), Babel (Sardegna), Inniò, Amîs da Mont Quarine, Liberatorio d’Arte “Fulvio Zonch”, e i circoli ARCI CRAL di San Vito al Tagliamento e Cas*Aupa di Udine. Suns Europe ha il merito di trasformare il Friuli in un crocevia di culture, lingue e artisti, creando contaminazione e confronto, dando spazio a una produzione artistica di assoluto valore.

www.sunseurope.com
Facebook, Instagram

—^—

In copertina, uno dei gruppi che avevano partecipato all’edizione 2022 di Suns Europe a Udine.

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com