Visits: 5

Un ricco sabato di proposte letterarie oggi a pordenonelegge, dopo la serata all’insegna della musica andata in scena giovedì al Teatro Verdi con il concerto della Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri. Nella seconda giornata del festival, un evento che consolida il legame tra Fondazione Pordenonelegge.it e le rappresentanze musicali delle Forze armate per un appuntamento atteso e divenuto ormai immancabile nel programma della festa del libro con gli autori. Cinquanta gli elementi diretti dal colonnello Massimo Martinelli, che prima dell’evento hanno fatto risuonare piazza XX Settembre in una sfilata di grande impatto. Sul palco del Verdi, ad accogliere la formazione musicale, il ministro Luca Ciriani, il presidente di Fondazione pordenonelegge.it Michelangelo Agrusti e il presidente del Teatro Giovanni Lessio. Sulle note di Beethoven e Bellini, Respighi e Hindemith, i musicisti hanno fatto emozionare un pubblico attento e partecipe, esibendosi in un ricco repertorio.

INCONTRI DI OGGI – La scrittrice spagnola Elísabet Benavent, presentata da Federica Augusta Rossi, sarà oggi a pordenonelegge con “Il racconto perfetto” (Salani), ore 21, auditorium della Regione; Michela Marzano sfoglierà con la curatrice del festival Valentina Gasparet “Sto ancora aspettando che qualcuno mi chieda scusa” (Rizzoli), ore 19 Spazio Gabelli; la giornalista Cecilia Sala arriva con “L’incendio. Reportage su una generazione tra Iran, Ucraina e Afghanistan” (Mondadori) che racconterà insieme a Francesco De Filippo (ore 11.30, Spazio Gabelli); la poetessa e attivista romena Ana Blandiana parlerà della nuova raccolta, “Variazioni su un tema dato” (Donzelli) con Bruno Mazzoni (ore 19, Palazzo Montereale Mantica); Robert Perišic porta al festival “Disastri esistenziali e spese folli” (Bottega Errante) e ne parla con Federica Manzon (ore 15, Auditorium Largo San Giorgio). Prime presentazioni italiane per R.J. Palacio e il suo ultimo bestseller “Pony” (Giunti), insieme a Matteo Bussola, ore 16.30 PalaPAFF! e Marcello Massimini (ore 11, Largo San Giorgio) e Andrea Zambenedetti svelano con l’autore Steven Umbrello “Oggetti buoni” (Fandango) ore 15, Auditorium della Regione. E ancora anteprime con la saggista Gabriella Caramore che sfoglia con Lidia Ravera e Michela Fregona “L’età grande” (Garzanti), ore 16 Capitol. Marco Cassardo presenta “Eravamo immortali” (Mondadori), in dialogo con Marco Missiroli e Gian Mario Villalta, direttore artistico di pordenonelegge (ore 19, Largo San Giorgio); Toni Capuozzo racconta, insieme a Walter Tomada, “Nessuno più canta per strada” (Biblioteca dell’Immagine), ore 21.30 Spazio Gabelli. Le novità di settembre a pordenonelegge: Natasha Solomons arriva al festival con “Romeo e Rosalina” (Neri Pozza), in dialogo con Arianna Boria (ore 21, auditorium Largo San Giorgio) e Paolo Repossi con “Il rito del filare. Piccola disciplina del vigneto” (Ediciclo), ne parlerà con Angelo Floramo, ore 19 Convento di San Francesco. Per pordenonelegge junior, Jacopo Casiraghi e Azzurra D’Agostino raccontano insieme ad Alessandro Venier “Insieme fuori dal buio” (Giunti), ore 9.30 Spazio Gabelli.

PREMIO CREDIT AGRICOLE – Oggi a pordenonelegge la scrittrice Annie Ernaux, Premio Nobel per la Letteratura 2022, riceverà il Premio Crédit Agricole ‘La storia in un romanzo’, giunto alla 16ma edizione. La consegna alle 18 al Teatro Verdi, seguirà l’incontro con l’autrice intervistata da Alberto Garlini, curatore del festival. È Mariolina Venezia la vincitrice della 4a edizione del Premio Letterario Friuli Venezia Giulia “Il racconto dei luoghi e del tempo”: lo riceverà alle 17 auditorium della Regione. Nell’occasione presenterà il racconto inedito “Ritorni” dedicato a Trieste. Fa tappa al festival il Premio Strega Poesia, promosso per la prima volta dalla Fondazione Bellonci, con la partecipazione dei cinque finalisti: Silvia Bre, Umberto Fiori, Vivian Lamarque, Stefano Simoncelli, Christian Sinicco. Conducono Elisa Donzelli e Gian Mario Villalta (ore 15, Palazzo Montereale Mantica). Per il decimo anno tornano a pordenonelegge i libri di poesia “La Gialla” (Samuele Editore) con le tre nuove proposte del 2023, Alessandro Anil, Vincenzo Della Mea e Giuseppe Nibali: la presentazione insieme a Roberto Cescon e Augusto Pivanti, alle 18, Libreria della Poesia, Palazzo Gregoris. E torna anche la “Gialla Oro” (Samuele Editore) con tre autori di grande rilievo, Mario De Santis, Martin Rueff e Tina Volarič, poetessa slovena per la prima volta pubblicata in Italia. Appuntamento ore 21 Libreria della Poesia, Palazzo Gregoris. Presentano Alessandro Canzian e Gian Mario Villalta. Il fumettista di fama internazionale Enrico Marini sarà il protagonista della nuova grande mostra in programma al PAFF!. In attesa di vedere dal vivo le sue opere, l’autore sarà ospite alle 18.30 nell’auditorium del PAFF! per l’incontro Noir Burlesque: la sensualità in punta di pennello con il gallerista parigino Bernard Mahé. Conduce il direttore artistico del PAFF!, Giulio De Vita. Alle 22 Spazio San Giorgio, l’attesissimo “rave letterario” Carnediromanzo, con Natalino Balasso e Massimo Cirri, l’happening che inventa un romanzo sotto gli occhi (e le orecchie) increduli dei presenti, chiamati a contribuire alla costruzione di trame e personaggi, in una imperdibile serata di fine estate.

IL COMANDANTE – È uno degli eventi più attesi del cartellone di pordenonelegge 2023 la Lettura scenica di “Comandante”, il libro scritto a quattro mani da Sandro Veronesi e Edoardo De Angelis, pubblicato nei mesi scorsi per Bompiani, poco prima del debutto del film che lo scorso 30 agosto ha aperto in anteprima mondiale l’80^ edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Lo scrittore Sandro Veronesi, doppio Premio Strega nel 2006 con Caos Calmo e nel 2020 con Il colibri, e il regista Edoardo De Angelis che ha diretto il film, noto anche per produzioni come Indivisibili, il vizio della speranza e la serie Netflix La vita bugiarda degli adulti, hanno lavorato insieme al progetto “Comandante”, affidato sul grande schermo all’attore Pierfrancesco Favino nel ruolo protagonista. Adesso approdano per la prima volta a pordenonelegge, Festa del Libro con gli Autori, per raccontare il salvataggio di 16 naufraghi da parte di Salvatore Todaro, il comandante della Regia marina, che nel corso della Seconda guerra mondiale, dopo aver affondato una nave nemica, decide di rispondere alla legge del mare secondo cui i dispersi vanno sempre salvati e portati nel primo porto sicuro. Nel corso della lettura scenica in programma stasera, alle 21 al Teatro Verdi di Pordenone Veronesi e De Angelis ci restituiranno la voce di Todaro, insieme alle voci di alcuni dei marinai che lo accompagnarono nella missione del 1940 nell’Atlantico e quella delle infermiere che rappresentavano l’ultimo abbraccio umano per gli imbarcati (pochissimi sommergibilisti sopravvissero alla fine della Seconda guerra mondiale). In scena si alterneranno le proiezioni delle foto di scena di Chico De Luigi, e scorreranno in sottofondo le musiche originali composte a Robert Del Naja (Massive Attack) per il film. Il film “Comandante” uscirà al cinema il 31 ottobre. Ingresso libero fino esaurimento posti, mettendosi in fila all’evento.

—^—

In copertina, la Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri durante il concerto al Verdi.

***

A San Vito al Tagliamento
un omaggio a Vendramin

Fotografo per passione, osservatore e ritrattista inesausto del mondo rurale e del suo paesaggio umano e naturale, Gianenrico Vendramin (San Vito al Tagliamento 1929-2008) ha prodotto in trent’anni di lavoro un vasto fondo documentale dedicato al mondo contadino friulano, attualmente in forze agli archivi del Craf Spilimbergo. Un omaggio all’impegno di Vendramin e alla sua opera arriva con la mostra “Gianenrico Vendramin. Fotografare il futuro”, che il Cicp Centro Iniziative Culturali di Pordenone, in sinergia con il Comune di San Vito al Tagliamento e con Presenza e Cultura, promuove da oggi nella Chiesa di San Lorenzo a San Vito al Tagliamento, dove resterà visitabile fino al 29 ottobre. La mostra “Gianenrico Vendramin. Fotografare il futuro” sarà inaugurata, alle 17.30. La vernice includerà un intermezzo musicale a cura della giovane arpista friulana Alice Martina. Visite sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle-19. Fuori orario la mostra è visitabile su prenotazione, info Ufficio Beni e Attività Culturali del Comune di San Vito al Tagliamento, telefono 0434.843050 – Punto Iat, telefono 0434.843030 www.comune.san-vito-al-tagliamento.pn.it e www.centroculturapordenone.it

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com