Visits: 7

Vicino/lontano mont, a metà del suo percorso estivo tra le montagne della regione, propone un fine settimana ricco di eventi. Oggi, alle 17, si inaugura a Salârs di Ravascletto, nella Cjasa Da Duga, la mostra fotografica di Ulderica Da Pozzo “In tal bosc. Alberi sentieri storie”. Assieme all’autrice delle immagini interverranno la critica d’arte Francesca Agostinelli e lo storico dell’area alpina friulana Claudio Lorenzini. «Una mostra – spiega Ulderica Da Pozzo – che racconta il bosco come mito e simbolo di un’infanzia lontana e “diversa”. Un bosco che non faceva paura ma era un luogo amico e protettivo. Una mostra che racconta anche il bosco di oggi: con i segni lasciati dall’uomo, i sentieri, ancora riconoscibili, tracciati dai passi di boscaioli. Ma anche i segnali sfuggenti che invitano a perdersi».

Raveo  e il suo Santuario.

La mostra sarà visitabile dal 19 al 27 agosto (orari 16-19), domenica 20 agosto (10-19), in occasione della Fiesta tas Corts, sabato 2 e settembre (16-19) per l’incontro “In montagna al tempo dello smartphone”. con Stefano Ardito, Attilio De Rovere e Andrea Zannini, e sabato 9 settembre (16-19), per il finissage della mostra, che vedrà l’intervento del giornalista e dottore forestale Luigi Torreggiani, accompagnato dalle letture a cura di Massimo Somaglino tratte da “Storie di alberi e della loro terra” (Marsilio) e “Il duca” (Einaudi) di Matteo Melchiorre. L’esposizione si realizza in collaborazione e con il sostegno del Comune di Ravascletto, del Consorzio Boschi Carnici, della Fondazione Luigi Bon e del Consorzio dei Comuni del Bacino Imbrifero Montano del Tagliamento.
Domani, 19 agosto, la rassegna si sposta a Raveo, dove a partire dalle 10.30, nel Santuario della Madonna del Monte Castellano – che si raggiunge a piedi con una facile camminata di 20 minuti – è in programma un doppio appuntamento, organizzato assieme a Inniò festival. Si inizia con “Hrudja”, concerto del musicista e cantautore carnico Massimo Silverio. “Hrudja” è l’antenato longobardo della parola “grusa” che in friulano indica la crosta che si crea quando si rimargina una ferita. Ma è anche il titolo del disco d’esordio di Silverio, in uscita in autunno per Slou. Una ricerca intima ed emozionante di tutto ciò che sta al di fuori del tempo e degli schemi di genere.
Chiuderà la mattinata la performance site-specific “Inside Human Being_primo studio” della compagnia di danza contemporanea Arearea, che ha quest’anno celebrato i suoi 30 anni di attività. Esiste un confine che è presente da sempre, concreto e fatto di materia, la vera linea che separa noi dal mondo: il corpo. Il suo sentire è mutevole e diverso per ognuno. Tre figure femminili (Valentina Saggin, anche autrice della coreografia, Irene Ferrara, Angelica Margherita) si muovono a piccoli passi per abitare diverse stanze, luoghi reali e immaginari fatti di ricordi e possibilità.

A Cjasa Da Duga.

Informazioni e programma dettagliato: www.vicinolontano.it
Tutti gli eventi sono a ingresso libero, salvo dove diversamente specificato

—^—

In copertina, la fotografa carnica Ulderica Da Pozzo protagonista con una mostra.

, , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com