Visits: 70

di Giuseppe Longo

L’Orchestra “Thomas Schippers”, diretta da Carlo Grandi, torna in scena con una serie di invitanti concerti dedicati alla musica barocca. Si tratta della prima parte del Festival Schippers 2023, fortunata manifestazione sempre coronata da successo, che ha infatti per titolo “Fantasia e contrappunto nella musica europea dell’Età barocca“, che avrà poi una seconda e terza parte dedicate rispettivamente al periodo classico e a quello romantico. Una nuova iniziativa, dunque, dell’Associazione guidata dal presidente Cristiano Gobbi che si inserisce nel filone delle tante proposte formulate, soprattutto nell’Isontino, quale avvicinamento alla importantissima tappa del 2025 quando Nova Gorica e Gorizia saranno tutt’uno con il titolo prestigioso di “Capitale europea della cultura”. E proprio in questa chiave ci sarà anche uno “sconfinamento” nella vicina Slovenia, precisamente alla Castagnavizza, con un concerto che avrà una sua particolarità.

Concerto a Muggia Vecchia.

La manifestazione musicale fatta di quattro invitanti serate comincerà ufficialmente domani pomeriggio, a Villa Russiz di Capriva, ma avrà un’anteprima già oggi, perché alle 18.30 ci sarà una prova aperta dell’Orchestra nella Sala del Settecento sovrastante la bellissima Chiesa di Sant’Ignazio che dà su piazza delle Vittoria, il “cuore” di Gorizia. Quindi via agli appuntamenti, a partire proprio da quello nella sede della benemerita Fondazione caprivese, dove le prime note si potranno ascoltare alle 18: proporranno affascinanti pagine di Tartini, Hasse, Rameau e Telemann. Solo in questa occasione, vista la limitata disponibilità di posti, è necessaria la prenotazione al numero 0481.80047. La serata è però a ingresso libero come quella odierna e le altre che seguiranno. Domenica, invece, sempre alle 18, l’appuntamento sarà nella suggestiva atmosfera, carica di storia antica, della Basilica di Santa Maria Assunta a Muggia Vecchia, dove la “Thomas Schippers” è praticamente di casa. Quindi martedì prossimo, alle 20.30, i musicisti del maestro Grandi sono attesi a Villa Romano, a Case di Manzano. Infine, l’ultimo appuntamento, come si diceva, oltre confine: mercoledì 15 novembre, alle 20, il concerto si terrà infatti nel Santuario mariano Samostan Kostanjevica, sopra Nova Gorica.

Karl Bonutti


«Quest’ultimo concerto – spiega Carlo Grandi, direttore artistico dell’intera manifestazione – avrà una connotazione del tutto speciale, in quanto lo dedicheremo a Karl Bonutti, il grande economista sloveno mancato pochi giorni fa, a 95 anni. Mi piace sottolineare che il programma di questa prima parte del Festival Schippers è tutto incentrato sul periodo barocco in Europa, con un assaggio del tessuto compositivo ed emotivo dell’epoca, e una correlazione soprattutto tra la musica tedesca e quella italiana. Un programma che, inoltre, porrà in evidenza  la creatività del grande Giuseppe Tartini, figlio di Pirano. Ma ci sarà anche una suite teatrale di Telemann che proporrà il Burlesque, una pagina brillante dal piacevole ascolto che attinge dal teatro comico italiano e francese, nel quale emergono personaggi come Arlecchino, Colombina, Pierrot e altri ancora. Quindi, in questa fase d’esordio, spazio alla musica del Settecento la cui bellezza è sempre attuale e gradita dall’ascoltatore. Nella seconda e terza sezione del Festival ci saranno, invece, produzioni dedicate al periodo classico e a quello romantico. Ma ne riparleremo al momento opportuno».

—^—

In copertina, il maestro Carlo Grandi nella passata edizione del Festival Schippers.

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com