Visits: 4

«Cividale del Friuli è una stella luminosa nella costellazione composta dalle tante stelle culturali che stiamo componendo in vista di Go!2025. Questo grazie all’impegno delle amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi vent’anni e che ai tesori noti della città ducale hanno saputo accostare percorsi culturali e artistici fortemente attrattivi». Lo ha detto il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Cultura, Mario Anzil, a margine della visita istituzionale che ha compiuto accompagnato, tra gli altri, dal sindaco Daniela Bernardi.
«Ai tesori storici e artistici longobardi riconosciuti dall’Unesco oggi si aggiunge una vasta offerta di visita che potrà certamente soddisfare i turisti che dal 2025 raggiungeranno la nostra regione in occasione di Nova Gorica Gorizia Capitale europea della Cultura», ha ribadito Anzil sottolineando «il valore della collezione de Martiis a Palazzo de Nordis e quello del Centro Internazionale Podrecca Signorelli sul teatro di figura con l’allestimento di marionette».
Anzil, presente anche il consigliere regionale ed ex sindaco Stefano Balloch, ha visitato poi il monastero di Santa Maria in Valle e il Tempietto Longobardo da poco restaurato. La visita è poi proseguita al Club house Ueb Gesteco e alla vicina Villa de Claricini, a Bottenicco, con la presentazione della Fondazione che la gestisce, guidata da Oldino Cernoia. L’incontro ha fornito anche l’occasione anche per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori di restauro finanziati dalla Regione Fvg e sui lotti mancanti per il completamento dei vari progetti di valorizzazione del patrimonio culturale della città longobarda.

—^—

 In copertina e all’interno due immagini della visita dell’assessore regionale Mario Anzil al Tempietto Longobardo restaurato di Cividale.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com