Visits: 55

di Giuseppe Longo

GORIZIA – Che intense giornate per la Fvg Orchestra! Dopo i grandiosi Beethoven e Rachmaninov nel Duomo di Caorle, la coinvolgente serata di giovedì all’insegna del tango argentino, e non solo, che ha fatto esplodere l’entusiasmo al Kulturni Dom di Gorizia. E, il giorno successivo, stesse emozioni al Teatro “Giovanni Battista Pergolesi” di Jesi dove i musicisti friulani hanno elettrizzato la foltissima platea marchigiana, proponendo poi ieri sera, nello stesso luogo, anche una spumeggiante selezione di operette scelta e diretta da Romolo Gessi. Ma non è finita qui: domani, l’appuntamento con musiche tutte di Wolfgang Amadeus Mozart sarà al Teatro “Luigi Candoni” di Tolmezzo, nell’ambito di Carniarmonie, sempre con la guida di Vito Clemente applaudita in riva all’Isonzo e sui colli anconetani, mentre si annuncia una serata assolutamente da non perdere per sabato prossimo, 12 agosto, quando a Lignano Sabbiadoro la Sinfonica regionale proporrà colonne sonore di intramontabili film.

La Fvg Orchestra a Gorizia…

In quella che fu la Cattedrale di Caorle, Fvg Orchestra, con la direzione di Paolo Paroni, è stata lungamente applaudita per aver eseguito una monumentale pagina di Ludwig Van Beethoven, la Quinta Sinfonia, dando il meglio di sè. Ma momenti di vero, calorosissimo entusiasmo avevano caratterizzato, in precedenza, l’esibizione del trentanovenne Alessandro Taverna che aveva regalato uno stupendo Concerto per pianoforte e orchestra di Sergej Rachmanoninov. Il concerto figurava tra le iniziative anticipatrici del 41° Festival internazionale di musica di Portogruaro in programma dal 25 agosto all’8 settembre, organizzato dalla Fondazione musicale Santa Cecilia con la direzione artistica dello stesso pianista concittadino. E che ha voluto rappresentare un omaggio alla bellissima località balneare tra Jesolo e Bibione impegnata nel restauro della suggestiva Chiesa della Madonna dell’Angelo che sorge proprio sulla punta retrostante al Duomo di Santo Stefano Protomartire, al termine della passeggiata a mare sulla diga che ricorda tanto quella della nostra Grado.

… e nel Duomo di Caorle.

E dopo il Genio di Bonn la Fvg Orchestra, in versione cameristica, ha cambiato completamente genere musicale proponendo pochi giorni dopo, nell’ambito di Palchi nei Parchi, “From Rome to Buenos Aires”. La serata doveva tenersi, come suggerisce il titolo della rassegna della Regione Fvg, giunta alla quarta edizione, nell’accogliente cornice del parco Piuma, ai piedi del monte Calvario, ma le avverse condizioni meteo lo hanno fatto dirottare – peraltro la stessa cosa è avvenuta venerdì e ieri anche a Jesi, dove i concerti erano previsti in piazza, ma si sono tenuti nel magnifico Teatro Pergolesi – appunto nella vicinissima sala teatrale slovena. Dopo un intervento introduttivo di Roberto Valenti, del Centro Didattico Naturalistico di Basovizza, che ha posto l’accento sulla inderogabile tutela del patrimonio boschivo con riferimento alla drammatica sequenza di incendi che aveva tormentato il Carso la scorsa estate, il bravissimo Mario Stefano Pietrodarchi, dapprima con bandoneon e poi con fisarmonica, ha accompagnato il pubblico in un affascinante viaggio tra le musiche della cinematografia di Ennio Morricone per continuare con il felliniano Nino Rota e il giovane compositore calabrese Giuseppe Sangeniti, e terminare con la Buenos Aires di Astor Piazzolla, autore di quel “tango nuevo” per il quale fu molto contestato dai suoi conterranei legati alla tradizione, ma che lo rese famoso in tutto il mondo. Due gli entusiasmanti bis concessi da Pietrodarchi e dal maestro Clemente, con notissime composizioni di Nicola Piovani e Luis Bacalov.
E ora, come dicevamo, per Fvg Orchestra, appena rientrata dal successo nelle Marche, si apre un’altra impegnativa settimana. Domani sera, alle 20.30, all’auditorium “Candoni” di Tolmezzo, ci sarà “Amadeus”. Con il pianista Antonio Di Cristofano e la direzione dello stesso maestro Clemente, saranno eseguite musiche stupende del grande Salisburghese: l’Ouverture dal Don Giovanni, il Concerto per pianoforte e orchestra n. 21 K 467 e la Sinfonia n. 38 in re magg. K 504 “Praga”. Sabato prossimo, invece, a Lignano Sabbiadoro, nella Beach Arena a due passi dalla Terrazza a Mare, “Musica dal grande schermo”, protagonisti Susanna Rigacci, voce, e Roberto Fabbriciani, flauto, che si incaricherà anche della direzione orchestrale in una serata che si annuncia ai massimi livelli. Anche questo concerto, come quello tolmezzino di domani, sarà con ingresso libero.

—^—

In copertina e qui sopra la Fvg Orchestra, venerdì e ieri, nel bellissimo Teatro “Giovanni Battista Pergolesi” di Jesi.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com