Visits: 7

Dopo il successo della prima di martedì, ecco questa sera una nuova recita nella cornice del Teatro di Verzura, al Castello di Spessa, nell’ambito della nuova edizione del Piccolo Opera Festival. Luogo d’elezione della manifestazione musicale, e delle sue più importanti prove creative, è infatti il suggestivo palcoscenico naturale nel parco del maniero in Comune di Capriva del Friuli che, dopo l’incanto di “Madama Butterfly” eseguita nel 2022, quest’anno ospita due recite de “La sonnambula” di Vincenzo Bellini – prodotta dal Piccolo Opera Festival – doveroso omaggio, nel centenario della nascita, a Maria Callas che del capolavoro belliniano è stata ineguagliabile interprete. La rappresentazione anche questa sera è fissata alle 20.30.

Nina Dominko (La sonnambula).


Alla direzione la lusinghiera presenza di Marko Hribernik, direttore stabile del Teatro dell’Opera di Lubiana. In buca la GO! Borderless Orchestra, protagonista di molti appuntamenti del Festival, che nasce dalla collaborazione di Kulturni center Lojze Bratuž, Centro sloveno per l’educazione musicale Emil Komel, Glasbeno društvo Nova e Glasbena šola Nova Gorica e Piccolo Opera Festival; per “La Sonnambula” sarà affiancata dall’omonimo Coro e da un cast internazionale di accreditati solisti.
Ancora il Castello di Spessa ospiterà, domenica 9 luglio alle 21, il Gala Callas (per la sezione Stelle in castello), che celebra la leggendaria cantante attraverso le voci di giovani protagoniste: sul palcoscenico, alle prese con le più celebri arie interpretate dal grande soprano, le soliste Sara Cortolezzis, Mojca Bitenc ed Heloise Koempgen, quest’ultima vincitrice del Premio “Piccolo Opera Festival” nell’ambito del “Concorso Soi – Scuola dell’Opera italiana Fiorenza Cedolins 2023”, accompagnate al pianoforte da Giulio Zappa. La serata di gala sarà anche l’occasione per assegnare il “Premio Giacomo Casanova – Castello di Spessa”, conferito a prestigiose figure di riferimento culturale.
In prima esecuzione a settembre – ma introdotta già nel corso della serata finale del Festival – sarà la GO! Borderless Opera, pagina commissionata dal Festival a due artisti under 35: per l’Italia Sara Caneva (classe 1991, attualmente ricercatrice all’Università di Birmingham) e per la Slovenia Juraj Marko Žerovnik (classe 1993, oggi Master all’Accademia di Musica di Lubiana). Il lavoro è in essere anche grazie alla collaborazione di Music Biennale Zagreb e Fondazione Imago Sloveniae di Lubiana entrambe partner del progetto.
Dei due lavori e del loro work in progress si parlerà nella serata conclusiva del sedicesimo Festival, simbolicamente intitolata “Il suono di due città” che si terrà domenica 16 luglio, alle 18.30, in Piazza Vittoria, Gorizia e alle 20 in Piazza Transalpina, Gorizia – Nova Gorica: la GO! Borderless Orchestra si sposterà da una piazza all’altra per un concerto sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio.

La presentazione del Festival.


Il programma completo è consultabile sul sito www.piccolofestival.org e i biglietti sono disponibili, sempre sul sito, in corrispondenza degli eventi (circuito Vivaticket).
Per informazioni:
mob. +39 389 0295464 (anche Whatsapp)
info@piccolofestival.org
press@piccolofestival.org

—^—

In copertina, grande musica anche oggi al Castello di Spessa, a Capriva del Friuli.

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com