Visits: 186

(g.l.) “Dal Teatro di piazza al cinema muto, una città dalle mille meraviglie. Dalle chiese, alle piazze, alle logge e ai teatri dell’Otto e Novecento: Udine è città dei teatri. L’itinerario è un viaggio nel tempo attraverso siti, storie e personaggi, da Carlo Goldoni ad Adelaide Ristori”. Ecco il tema, affascinante, del prossimo incontro nell’ambito del programma di “Itineraria Antiqua et Nova 2023”, realizzato in collaborazione con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine: l’appuntamento, organizzato dall’associazione culturale guidata da Maria Paola Frattolin è fissato per domani, 4 agosto, sotto la Loggia del Lionello in piazza Libertà, una delle due “piazze-salotto” (l’altra è Giacomo Matteotti o San Giacomo) nel centro storico della città capoluogo del Friuli.


Il progetto beneficia del contributo del Comune di Udine e della Camera di Commercio di Pordenone-Udine; del patrocinio di Università degli Studi di Udine, Ente Nazionale Sordi, Associazione Nazionale Interpreti, Lingua dei Segni Italiana, Teatri Stabil Furlan, Associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia, oltre all’apprezzamento del Club per l’Unesco di Udine, presieduto da Renata Capria D’Aronco.  Altri tre incontri sono poi già programmati fino all’autunno: sabato 19 agosto, venerdì 1 settembre e sabato 7 ottobre. Per tutti gli eventi la prenotazione è obbligatoria.

ITINERARIA: telefono 347.2522221
itineraria@itinerariafvg.it

—^—

In copertina, piazza Giacomo Matteotti meglio conosciuta come San Giacomo, con il pittore che ritrae da una vita il “salotto di Udine”; qui sopra, piazza Libertà con Loggia di San Giovanni, Torre dei Mori e Castello di Udine, simbolo del Friuli storico, e la bellissima, veneziana, Loggia del Lionello.

***

Udine, in Corte Morpurgo le poesie
di Ungaretti per dire no alla guerra

Evento speciale questa sera a Udine (ore 20.45, Corte di Palazzo Morpurgo in via Savorgnana, 10) che raccoglie canzoni di Edoardo De Angelis, sul tema della guerra e della violenza, e letture di Giuseppe Ungaretti da “Il porto sepolto”, interpretate e commentate da Nicola Cossar. Si tratta della prima raccolta di opere del grande poeta, pubblicata nel 1916 a Udine, dallo Stabilimento Tipografico Friulano, nel periodo in cui combatteva sul fronte del Carso quella che verrà poi definitiva la “Grande Guerra”. L’evento, come già annunciato, è inserito nella rassegna “Canzoni e poesie contro le guerre”, organizzata dall’Associazione Culturale CulturArti (Ac CulturArti) con il contributo del Comune di Udine.

, , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com