Visits: 5

“Oggi è un’occasione di festa ma anche di riscoperta dei valori della Chiesa aquileiese attraverso la storia e l’esempio dei martiri e patroni Ermacora e Fortunato. Sono onorata di rappresentare l’Amministrazione regionale in un momento che è solenne grazie alla presenza dell’arcivescovo e spero che la comunità raccolga il suo invito a non fare affievolire la luce della fede, in grado di illuminare chi è nel buio e in esso non ha voce”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, a margine del solenne pontificale celebrato ieri mattina dall’arcivescovo Andrea Bruno Mazzocato nella Cattedrale di Udine in occasione della festività dei Santi Patroni, protomartiri della Chiesa Aquileiese, assassinati per la loro fede nell’anno 70 dopo Cristo. Patroni dell’Arcidiocesi di Gorizia e di Udine, oltre a esser venerati anche nella Diocesi di Concordia-Pordenone, Ermacora e Fortunato, sono anche patroni del Friuli e della Regione Friuli Venezia Giulia: per onorarli ieri sera è stato celebrato un pontificale degli arcivescovi e dei vescovi della regione nella Basilica Madre di Aquileia, che accoglierà anche una Messa celebrata in lingua friulana domenica prossima alle 18.
Monsignor Mazzocato durante il rito in Duomo, al quale ha assistito anche il sindaco di Udine Alberto Felice De Toni, ha ricordato come nella città pagana di Aquileia Ermacora e Fortunato avessero acceso la luce, allora sconosciuta e nuova, del Vangelo. “L’arcivescovo ha fatto notare – ha commentato Barbara Zilli – come questa celebrazione sia occasione per ricavare dal loro esempio insegnamenti per la nostra società e ha messo in guardia dai rischi dell’affievolirsi della luce del Vangelo, che ha fatto vedere ciò che usualmente nella società resta al buio: i più deboli, coloro che non hanno voce”. Crisi demografica, bambini e ragazzi lasciati in una pericolosa deriva educativa, giovani che non hanno dimora e prospettive per il futuro, famiglie che sono lasciate sole, anziani che accedono ai centri di ascolto della Caritas raccontando profonda solitudine: sono le storie “scomode”, che restano al buio e su cui l’arcivescovo ha esteso una benedizione speciale, dopo quella a tutta la città di Udine.

—^—

In copertina e all’interno tre immagini della celebrazione nel Duomo di Udine presieduta dall’arcivescovo Mazzocato presenti il sindaco De Toni e l’assessore regionale Zilli.

(Foto Regione Fvg)

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com