Visits: 9

«Ispirata alle tragiche storie delle ragazze pakistane vittime di acidificazione, l’opera d’arte contemporanea “Vergogna” ci fa riflettere su quanto sia importante non solamente adottare dei provvedimenti per la tutela delle donne vittime di violenza, in tutte le culture e in ogni Paese, ma anche sul perché si sia arrivati oggi ad assistere all’incalzare di questo odioso fenomeno».

L’assessore Riccardi con l’artista.

Lo ha sottolineato ieri mattina, a Udine, il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, intervenuto allo scoprimento dell’opera d’arte contemporanea appunto intitolata “Vergogna”. Realizzata dall’artista friulano Fausto Deganutti, la creazione è stata installata in uno dei due cortili ribassati del padiglione 15 del presidio ospedaliero Santa Maria della Misericordia, nel tratto di galleria di collegamento ai padiglioni 8 Nuove Mediche, 9 Scrosoppi e 19 Morelli de Rossi. Presenti alla cerimonia anche l’artista e il direttore generale di Asufc Denis Caporale.
«L’opera, che raffigura un volto femminile segnato dalla violenza, non può non farci riflettere anche sui gravi casi di attualità che si sono verificati di recente a danno di personale sanitario della nostra regione, nello svolgimento del proprio servizio a favore della comunità – ha aggiunto Riccardi, facendo riferimento alla guardia medica aggredita in prossimità dell’Istituto Gervasutta di Udine -. Azioni vigliacche che intendiamo frenare ricorrendo al potenziamento della sorveglianza e con l’implementazione delle tecnologie di videosorveglianza, ma che dobbiamo bloccare anche con percorsi di educazione, in un contesto sociale di forti tensioni e di radicale mutamento».
L’opera “Vergogna”, che rappresenta la sofferenza ma anche il desiderio e la speranza di resurrezione a una nuova vita che vada oltre il dolore subito, è stata donata all’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale dall’associazione onlus “Smileagain Fvg”.

***

E sempre a Udine ancora arte per dire no, con forza, alla violenza contro le donne. Alla Galleria Italian Secret di piazza Matteotti (San Giacomo) sarà infatti inaugurata proprio oggi la mostra dal titolo “Io… donna. Stop al femminicidio”. Si tratta di una collettiva di pittrici e pittori organizzata da Pia Molina che sarà presentata, alle 18, dal critico d’arte Vito Sutto. Ha assicurato la propria collaborazione alla bella e importante iniziativa il Club per l’Unesco di Udine presieduto da Renata Capria D’Aronco.

—^—

In copertina, l’opera “Vergogna” di Fausto Deganutti inaugurata all’Ospedale di Udine.

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com