Visits: 60

«La corsa degli asini di Fagagna è una manifestazione antica che attraversa tre secoli della nostra regione e ancora si rinnova con lo stesso fascino, arricchendo l’offerta culturale e turistica del Friuli Venezia Giulia. In questa giornata il paese di Fagagna solo apparentemente si divide in borghi, ma in realtà ritrova l’unità della propria comunità che si riunisce, senza lasciare nessuno indietro, per una giornata di festa dedicata a un animale molto amato e affascinante».  È questo il pensiero espresso dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega a Cultura e sport Mario Anzil a margine della famosa Corsa degli asini di Fagagna, manifestazione nata nel lontano 1891 e giunta alla 133ma edizione.

L’assessore Anzil a Fagagna…

… alla sfilata dei borghi.

Protagonisti della manifestazione, la quale avviene nella piazza trasformata per l’occasione in “ippodromo” con tanto di tribune gremite, sono gli asini, con al seguito carretti e fantini, che si sfidano con il metodo delle batterie fino alla competizione finale, sotto lo sguardo attento della giuria che regola lo svolgimento della gara attorno alla figura storica del “mossiere”.
Anzil ha osservato che «la comunità di Fagagna ha saputo coltivare nel tempo questa bella tradizione e trasformarla, senza snaturarla, in una manifestazione capace di attrarre moltissimi visitatori anche da fuori regione. L’auspicio è quindi che questa gara antica prosegua lungo il sentiero tracciato anche in futuro e in tal senso è molto positiva la presenza di tanti giovani, che sicuramente sapranno onorare questa responsabilità, come è sempre avvenuto».
All’evento hanno partecipato numerosi rappresentanti istituzionali, oltre ad Anzil e al sindaco del Comune di Fagagna Daniele Chiarvesio, tra cui il presidente del Consiglio regionale Mauro Bordin con alcuni consiglieri.

—^—

In copertina e qui sopra tre immagini della combattutissima corsa asinina.

, , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com