Visits: 3

«L’armonia e l’eleganza determinati dalla semplicità della cultura friulana sono alla base della nuova stagione culturale che immaginiamo in Friuli Venezia Giulia per il futuro: una realtà di frontiera che, in quanto tale, può esprimere al meglio una cultura “polifonica” e “policentrica”. Eventi come “Avostanis” mostrano proprio quella semplicità con cui questa Regione può ambire a una proposta culturale innovativa e originale». Sono le parole con le quali il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Cultura, Mario Anzil, ha portato il saluto istituzionale a Villacaccia di Lestizza all’evento di apertura di “Avostanis”, la rassegna organizzata dall’associazione culturale Colonos in programma per tutto il mese di agosto e poi fino al 9 settembre.
Sostenuta dalla Regione Fvg e da Arlef-Agjenzie regjonâl pe lenghe furlane, “Avostanis” è nata nel 1992 per iniziativa di Federico Rossi con l’intento di offrire una proposta associativa e culturale innovativa in un periodo tradizionalmente caratterizzato dalla chiusura per ferie dei luoghi di lavoro e di aggregazione. Uno degli elementi di maggior originalità è stato fin da subito il fatto di portare l’arte, la cultura e lo spettacolo al di fuori degli spazi canonici e delle sale teatrali.
L’edizione 2023, intitolata “Tant che il vint” (come il vento), oltre alla tradizionale location dell’agriturismo Ai Colonos, a Villacaccia di Lestizza, si snoderà anche in altri luoghi caratteristici della regione, come l’Antico ospedale di Santa Maria dei Battuti a San Vito al Tagliamento e la Basilica patriarcale di Aquileia, per un totale di 12 eventi tra letture, conferenze, teatro, musica e visite guidate.
Alla presenza del vicegovernatore e, tra gli altri, del sindaco di Lestizza Eddi Pertoldi e del direttore artistico di “Avostanis” e presidente dell’associazione Colonos, lo stesso Federico Rossi, la rassegna si è aperta con il recital di Moni Ovadia “Il cjant dal creât-Il canto del creato”, tratto dall’enciclica di Papa Francesco “Laudato si” e con le letture in friulano a cura di Fabiano Fantini. Questa sera, alle 21, il secondo appuntamento con l’inaugurazione di una mostra fotografica con Elio Ciol, Danilo De Marco e Debora Vrizzi dal titolo “La sacralità dell’umano”.

Da sinistra: Eddi Pertoldi (sindaco Lestizza), Federico Rossi (direttore artistico Avostanis e presidente associazione Colonos), Mario Anzil (vicegovernatore Fvg), Moni Ovadia e Fabiano Fantini.

IL PROGRAMMA

sabato 5 agosto, ore 21, La sacralità dell’umano Inaugurazione mostra con Elio Ciol, Danilo De Marco e Debora Vrizzi

mercoledì 9 agosto, ore 21, Le mani sui simulacri. Riguardo al sacro incorporato Conferenza di Gian Paolo Gri e Paola Treppo

sabato 12 agosto, ore 21, Sticeboris/Istigatori Miscuglio di satira friulana

giovedì 17 agosto, ore 21, Custodi Film di Marco Rossitti

lunedì 21 agosto, ore 21, Prove aperte di cultura friulana Progetti dal cantiere creativo del Friuli

giovedì 24 agosto, ore 21, Miserere Anutis in concerto

lunedì 28 agosto, ore 21, Musica Picta Conferenza di Alessio Screm

venerdì 1 settembre, ore 21, Eretic Federico Video documentario in ricordo di Federico Tavan

lunedì 4 settembre, ore 21, The beat of freedom La Resistenza in fumetto con Marta Cuscunà e Fabio Babich

venerdì 8 settembre, ore 18, Ricorderò chi sono: Aquileia e il futuro della memoria Conferenza di Gabriele Pelizzari

sabato 9 settembre, ore 10, Nei mosaici della Basilica di Aquileia Visita guidata con Gabriele Pelizzari

***

Tutte le informazioni sui prossimi appuntamenti sono disponibili sul sito web www.colonos.it

, , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from FriuliVG.com